Obama, la stampa americana invoca una nuova discesa in campo

Redazione
24/08/2017

Dalle pagine del New York Times parte un accorato appello a Barack Obama: «Basta silenzi, è tempo di ritornare in...

Obama, la stampa americana invoca una nuova discesa in campo

Dalle pagine del New York Times parte un accorato appello a Barack Obama: «Basta silenzi, è tempo di ritornare in campo. Abbiamo bisogno della tua voce». In una sorta di lettera aperta dal titolo "Obama, dove sei?", il quotidiano americano invita l'ex presidente degli Stati Uniti a scendere di nuovo in campo, abbandonando la tradizione che vuole che un ex presidente non critichi il suo successore.

[mupvideo idp=”5536286841001″ vid=””]

«Questi non sono tempi normali», scrive il New York Times, «siamo in una stagione senza precedenti, sull'orlo di una crisi costituzionale». Il riferimento, ovviamente, è alla controversa presidenza targata Donald Trump, cavalcata anche dai gruppi dell'estrema destra. Al primo presidente afroamericano della storia si chiede quindi di mettere da parte i toni pacati, per schierarsi dalla parte di un Paese che «è in mano a una persona che gioca sugli equivoci».

RIENTRO IN AUTUNNO? L'appello arriva mentre da giorni si intensificano le voci su un possibile rientro in grande stile di Barack Obama, probabilmente in autunno. Un impegno per galvanizzare il popolo democratico, innanzitutto in vista delle elezioni di metà mandato del 2018, quando gran parte del Congresso verrà rinnovata e i dem sperano di riconquistare almeno uno dei due rami del parlamento.

L'EREDITÀ CHE RISCHIA DI ESSERE SMANTELLATA. Dello stesso tenore un altro appello lanciato dalle pagine dell'Huffington Post: "Barack Obama, cosa stai aspettando?". Il leader più popolare tra i dem, si sottolinea, è ancora lui e appare impossibile che continui a restare dietro le quinte mentre gran parte della sua eredità sta per essere demolita dall'amministrazione Trump. Dai progressi sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici a quelli sul fronte dei diritti civili, vedi il bando per i transgender nelle forze armate che Trump vuole applicare al più presto.

RUOLO SENZA PRECEDENTI. A Obama si chiede dunque di non lasciarsi coinvolgere dalla guerra dei tweet, ma di cominciare a spendersi per il partito. Facendo più apparizioni pubbliche, lavorando alla raccolta fondi e alzando la voce quando serve. Un ruolo senza precedenti per un ex presidente, ma una reponsabilità che Obama sarebbe chiamato ad assumersi per il bene degli Stati Uniti.