Incidente a Olginate: donna ubriaca investe un ciclista 39enne e poi scappa

Redazione
18/10/2023

In provincia di Lecco un operaio, Boukare Guebre, è stato travolto e ucciso mentre andava al lavoro da una 35enne trovata con un tasso alcolemico tre volte superiore il limite consentito. Dopo averlo colpito, ha chiesto aiuto a un passante per togliere la bici incastrata sotto l'auto ed è ripartita.

Incidente a Olginate: donna ubriaca investe un ciclista 39enne e poi scappa

Nonostante l’incidente, ha proseguito come se nulla fosse. Una donna ubriaca di 35 anni, residente a Barzanò, ha ucciso un ciclista a Olginate, in provincia di Lecco. Poi ha fermato un passante chiedendo aiuto per liberarsi dalla bici rimasta incastrata sotto l’auto. E ha ripreso la guida.

Videosorveglianza e testimoni incastrano la donna ubriaca

I carabinieri della compagnia di Merate sono riusciti a ricostruire la scena avvenuta il 9 ottobre, grazie alle videocamere di sorveglianza e alla testimonianza di un passante. Secondo le fonti, la donna ha investito il ciclista, facendolo finire sul parabrezza, da cui è poi precipitato in un fosso. Nonostante la gravità dell’incidente, la donna ha proseguito la guida per altri 200 metri, ma si è dovuta fermare a causa della bicicletta incastrata sotto la sua auto che le impediva di continuare la marcia. È stato in quel momento che ha chiesto aiuto a un passante. Quest’ultimo, sospettando qualcosa di grave, ha fotografato la targa dell’auto e ha ripercorso indietro la strada, dove ha trovato Boukara Guebre, un cittadino originario del Burkina Faso e padre di tre bambini, nel fosso. Nonostante i soccorsi, non è stato possibile salvarlo.

L’accusa è omicidio stradale e fuga: aveva appena riavuto la patente

La donna è stata arrestata dai carabinieri il mercoledì successivo all’incidente e, al momento dell’arresto, si trovava in uno stato confusionale così grave che è stata ricoverata in ospedale. Attualmente, è agli arresti domiciliari ed è accusata di omicidio stradale e di aver lasciato il luogo dell’incidente senza prestare soccorso. È emerso, inoltre, che la donna aveva consumato tre volte la quantità consentita di alcol dalla legge, nonostante avesse appena riacquistato la patente, ritirata a febbraio di quest’anno a causa di precedenti episodi di guida in stato di ebbrezza.