Omicidio prostituta, arrestato un padovano

Redazione
22/01/2011

Un padovano di 35 anni é stato posto in stato di fermo con l’accusa di omicidio e rapina pluriaggravata per...

Omicidio prostituta, arrestato un padovano

Un padovano di 35 anni é stato posto in stato di fermo con
l’accusa di omicidio e rapina pluriaggravata per la morte di
Iulsa Sousoah Moreira, una prostituta brasiliana di 35 anni,
trovata sgozzata in un appartamento a Monselice (Padova) il 19
gennaio da una connazionale con cui divideva la casa.
Il cadavere era seminudo e l’assassino aveva cercato di
bruciarlo. Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dal
nucleo investigativo dei carabinieri di Padova il movente sarebbe
stata una rapina per pochi euro. I carabinieri del nucleo
investigativo padovano hanno spiegato in una nota di aver vissuto
«per due giorni, nell’ombra, a stretto contatto con
l’omicida, ricostruendo e studiando ogni sua mossa.
Determinante è stato il rinvenimento dell’arma del delitto e
dei vestiti intrisi del sangue della vittima, indossati
dall’autore al momento del fatto criminoso e dallo stesso
occultati».
I carabinieri hanno così condotto in caserma un padovano che
nelle prime ore del 22 gennaio avrebbe ammesso il delitto
indicando anche nella rapina la causa scatenante.