Omicidio Rostagno, al via il processo

Redazione
02/02/2011

Si è aperto il 2 febbraio davanti alla Corte d’assise di Trapani il processo per l’uccisione del sociologo Mauro Rostagno,...

Omicidio Rostagno, al via il processo

Si è aperto il 2 febbraio davanti alla Corte d’assise di Trapani il processo per l’uccisione del sociologo Mauro Rostagno, avvenuto il 26 settembre del 1988 a Valderice. Gli imputati sono il boss trapanese Vincenzo Virga, indicato come mandante dell’agguato, e il presunto killer Vito Mazzara.
È presente anche Maddalena Rostagno, 37 anni, la figlia più giovane del giornalista-sociologo che ha detto: «Finalmente dopo 22 anni siamo in un’aula di giustizia. La verità è più vicina».
Nel 2002 il pm Gaetano Paci ha ripreso con il procuratore aggiunto della Dda di Palermo, Antonio Ingroia, la direzione dell’inchiesta riprendendo le dichiarazioni di alcuni pentiti e disponendo la perizia balistica che attribuisce a Vito Mazzara il ruolo di esecutore materiale dell’agguato.
Prima dell’apertura dell’udienza si è svolto un corteo a Trapani, promosso dall’associazione ‘Ciao Mauro’. A sfilare, dietro alcuni striscioni che chiedono verità e giustizia, alcune centinaia di persone che hanno raggiunto l’aula bunker del Palazzo di Giustizia.