Cosa prevede la proposta M5s su partiti e fondazioni

Cosa prevede la proposta M5s su partiti e fondazioni

02 Luglio 2018 14.07
Like me!

«Ma non vi farebbe piacere conoscere i nomi e le cifre che si danno alla politica? Non vi farebbe piacere sapere quanti soldi Eni, Enel, Finmeccanica o le altre partecipate dallo Stato danno ai politici? Non soltanto ci vuole la massima trasparenza su chi da i soldi» ma «tutto il mondo delle fondazioni va disciplinato con grande chiarezza». Inizia così l'intervento sul Blog delle stelle del senatore pentastellato Gianluigi Paragone.

«SCOPRIRE QUANTI SOLDI VERSANO LE AZIENDE». «Allora siamo sicuri che i politici nominino i vertici di queste aziende badando più alla competenza, alla professionalità e non magari a precedente relazione, o precedenti intrecci particolari, magari anche legati a quelle donazioni di denaro», ha scritto ancora l'ex giornalista, «Non vi farebbe piacere sapere quanto, magari grandi aziende che operano nel campo della farmaceutica, del gioco d'azzardo, dell'industria bellica, o anche dell'industria agroalimentare, quanti soldi danno alla politica e ai politici?».

Per il politico grillino «non ci deve essere il minimo di opacità, e questo riguarda le fondazioni politiche, ma riguarda tutte le fondazioni, le fondazioni bancarie, anche le fondazioni attraverso le quali le Ong praticano le loro attività». L'obiettivo è quello di disciplinare tutto il comparto delle fondazioni. Ma non solo: «bisognerebbe mettere un tetto basso alle elargizioni che si fanno a favore della politica, ai contributi, ai finanziamenti, alle donazioni, perché non c'è bisogno di dare tanti soldi alla politica».

AL LAVORO PER EVITARE SOLDI E FAVORI. L'obiettivo, ha dichiarato Paragone, è quello di evitare successive richieste di favori «Perché se dai tanti soldi, dopo magari qualcuno ti chiederà un favore in cambio. I cittadini non hanno grandi disponibilità, i cittadini si fidano della democrazia» ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *