Opel in crisi, migliaia in settimana corta

Redazione
23/08/2012

Il gruppo automobilistico Opel, pesantemente colpito dalla crisi, ha annunciato il 23 agosto di introdurre la settimana corta per migliaia...

Opel in crisi, migliaia in settimana corta

Il gruppo automobilistico Opel, pesantemente colpito dalla crisi, ha annunciato il 23 agosto di introdurre la settimana corta per migliaia di dipendenti a partire da settembre.
MIGLIAIA I DIPENDENTI IN SETTIMANA CORTA. La misura riguarda, nel quartier generale di Russelsheim, 3.500 impiegati del settore produttivo e 3.300 amministrativi.
La fabbrica di Kaiserslautern manda in settimana corta invece 2.500 dipendenti.
Non vengono toccati dal provvedimento i 7 mila lavoratori del centro di sviluppo della sede principale.
La settimana corta è stata annunciata proprio nel giorno in cui il gruppo festeggia 150 anni dalla sua fondazione. In questo scenario difficile, il giornale Die Welt titola: «Happy birthday?».
FINO A -6% SULLO STIPENDIO MENSILE NETTO. In seguito alla decisione del gruppo di introdurre la settimana corta per migliaia di lavoratori Opel, si prevede che i guadagni dei dipendenti calino vertiginosamente.
Con questa misura si potrebbe arrivare fino al  -6% del compenso netto mensile, secondo quanto scrive la Dpa.
Il presidente del Consiglio di fabbrica, Wolfgang Schaefer-Klug, ha sottolineato però che l’introduzione di questo provvedimento «garantisce il mantenimento dei posti di lavoro».