La nave Open Arms ha salvato altre 39 persone

Malta ha chiesto all'imbarcazione della ong di intervenire. Ma non ha voluto aprire il porto agli altri 121 naufraghi a bordo da nove giorni.

10 Agosto 2019 10.29
Like me!

La segnalazione del barcone con a bordo le 39 persone è arrivata ancora una volta da Alarm Phone. Nella serata del 9 agosto «siamo stati contattati da una barca in difficoltà nella zona Sar maltese con 45 persone a bordo», ha scritto su Twitter il servizio telefonico che fornisce ai migranti un numero da chiamare in caso di difficoltà. «Alle 21 abbiamo avvertito l’Rcc (Centro di coordinamento dei soccorsi, ndr) di Malta», chiedendo un soccorso immediato in quanto, stando al racconto dei migranti, la barca stava affondando.

MALTA HA CHIESTO L’INTERVENTO DI OPEN ARMS

A chiedere l’intervento di Open Arms è stata proprio Malta ma ora La Valletta ha fatto sapere alla Ong di essere disponibile a trasferire su una motovedetta i 39 salvati la notte del 9 agosto e trasferirli a terra ma di non essere disponibile per gli altri 121 migranti a bordo da 9 giorni. Una decisione «inammissibile», dicono da Open Arms. «Questa situazione», ha aggiunto Oscar Camps, «sta provocando gravi problemi di sicurezza a bordo».

L’attore americano Richard Gere durante una conferenza stampa a Lampedusa, 10 agosto 2019. ANSA/ELIO DESIDERIO

«NON SONO INTERESSATO A SALVINI, MA ALLE PERSONE»

A chiedere di sbloccare la situazione anche un testimone come Richard Gere. «Deve essere interrotta questa situazione di stallo della Open Arms, adesso. A bordo la situazione è grave, ci sono persone che vivono ammassate tra di loro e se la condizioni non è peggiore è grazie ai volontari della nave», ha dichiarato l’attore che dal 9 agosto è a Lampedusa, assieme a Open Arms. «Non sono interessato a Salvini, i politici invece di aiutare queste persone le demonizzano e questo deve finire e può finire se lo facciamo finire noi. Il mio unico interesse è aiutare questa gente. Basta»

«UNA GENERAZIONE DI POLITICI CHE DIVIDE LE PERSONE»

Gere ha aggiunto: «Non sono italiano e sono restio a parlare della situazione politica italiana odierna. Anch’io vengo da un paese dove la situazione politica è bizzarra e dove viene demonizzato chi arriva dal Messico, da El Salvador, da Panama, dall’Honduras». «Sembra che ci sia una generazione di politici che mette la propria energia nel dividere le persone, come se nel dividere ci fosse del guadagno, che è una cosa idiota. Ma siamo tutti interdipendenti», ha concluso.

PIÙ DI 320 MIGRANTI IN ATTESA DI SBARCO

Sono ora più di 320 i migranti salvati nel Mediterraneo ma ancora in balia delle onde, in attesa di un porto sicuro. Sono a bordo delle navi Open Arms e della Ocean Viking. Le due imbarcazioni hanno recuperato nelle ultime ore 119 migranti (39 la prima e 80 la seconda), mentre gli sbarchi di piccole imbarcazioni continuano: sei a Linosa e altri 67 nel Sud della Sardegna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *