Ostrava, il Breivik ceco finisce in manette

Redazione
18/08/2012

La Repubblica Ceca ha rischiato seriamente di vivere lo stesso incubo della Norvegia con le stragi di Oslo e Utoya....

Ostrava, il Breivik ceco finisce in manette

La Repubblica Ceca ha rischiato seriamente di vivere lo stesso incubo della Norvegia con le stragi di Oslo e Utoya.
La polizia ceca ha annunciato di aver arrestato il 10 agosto a Ostrava (Nordest) un giovane di 29 anni che stava preparando un attentato, probabilmente ispirandosi all’estremista di destra norvegese Anders Behring Breivik.
UN ARSENALE IN CASA. La polizia ha sequestrato nel suo appartamento un consistente arsenale, compresi un mitragliatore, una bomba e materiale esplosivo.
«Tutti i componenti erano operativi», ha detto in conferenza stampa il capo della polizia di Ostrava, Radovan Vojta, aggiungendo però che per ora non si conosce l’obiettivo dell’attentato.
EVACUATI CIRCA 80 RESIDENTI. L’arrestato usava il nome di Breivik nelle sue comunicazioni via internet. È stato preso nel suo appartamento da una unità di intervento rapido dopo che circa 80 residenti erano stati fatti evacuare.
L’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, è stato già condannato cinque volte per crimini diversi.
Nel 2010 gli erano stati dati sei mesi con la condizionale per aver fatto esplodere un ordigno artigianale davanti a un distributore di benzina a Ostrava.