Dodicesimo pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, nella lista nera anche il figlio di Medvedev

Redazione
16/11/2023

Avrebbe orchestrato una campagna di disinformazione e propaganda in Ucraina. Restrizioni anche per una cugina di Putin, a capo di una fondazione che sostiene i soldati russi. Previsti nuovi divieti di esportazione, diamanti inclusi, e azioni per calmierare il tetto del prezzo del petrolio.

Dodicesimo pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, nella lista nera anche il figlio di Medvedev

L’Alto Rappresentante per la politica estera dell’Ue Josep Borrell e la Commissione Commissione europea hanno presentato al Consiglio una proposta per altro pacchetto di sanzioni – il dodicesimo – contro la Russia: previsti nuovi divieti di esportazione, ad esempio per i diamanti, nonché azioni per calmierare il tetto del prezzo del petrolio, allo scopo di diminuire le entrate della Russia. Nel “libro nero” dell’Ue verranno inserite altre 120 persone ed entità. Tra le 47 persone che la Commissione vuole aggiungere all’elenco dei sanzionati ci sono anche una cugina di Putin, Anna Tsivileva, che è a capo di una fondazione che sostiene i soldati russi in Ucraina, e Ilya Medvedev, unico figlio dell’ex presidente Dmitry, il quale avrebbe orchestrato una campagna di disinformazione e propaganda in Ucraina.

Dodicesimo pacchetto di sanzioni dell'Unione europea contro al Russia, nella lista nera anche il figlio di Medvedev.
Dmitry Medvedev (Getty Images).

Previsto il divieto di vendita di diamanti grezzi russi nell’Unione europea

Al centro delle proposte, che dovranno essere approvate dai leader dell’Ue nel prossimo vertice di dicembre, ci sono le misure volte a soffocare le entrate commerciali della Russia. Queste includono il divieto totale della vendita all’interno dell’Unione europea di diamanti grezzi russi e di gioielli che utilizzano gemme provenienti dalle miniere siberiane. Ciò dovrebbe privare le casse del Cremlino di oltre 4,5 miliardi di euro all’anno. Il divieto era già in programma dal 2022, ma è diventato realtà solo dopo che il Belgio, sede del polo mondiale dei diamanti di Anversa, ha ritirato le sue obiezioni in estate, accettando le imposizioni durante il vertice del G7 in Giappone.

Dodicesimo pacchetto di sanzioni dell'Unione europea contro al Russia, nella lista nera anche il figlio di Medvedev.
Palazzo Berlaymont, sede della Commissione Ue (Getty Images).

Tra le società sanzionate anche la maggior compagnia assicurativa russa

Le sanzioni colpiranno anche l’industria degli armamenti di Mosca, società informatiche legate ai servizi di sicurezza dell’Fsb, i funzionari elettorali che lavorano nell’Ucraina occupata, milizie militari private (com’era la Wagner) e organizzazioni patriottiche responsabili della «militarizzazione dei bambini ucraini». Nell’elenco delle entità sanzionate, poi, anche aziende del settore civile accusate di far parte – a vario titolo – della macchina da guerra di Mosca. Tra esse AlfaStrakhovanie, principale compagnia assicurativa privata russa, che ha stipulato contratti con il ministero della Difesa russo. Nel mirino poi l’Ilyushin Aviation Complex, che produce l’aereo da trasporto militare Il-76, utilizzato regolarmente dall’esercito russo per il trasporto di personale e attrezzature. Così come lo sviluppatore del sistema satellitare di navigazione russo Glonass. Nell’elenco dei sanzionati, infine, anche funzionari bielorussi responsabili di aver fornito armi e altre forme di cooperazione militare alla Russia, come l’addestramento dei coscritti dell’esercito di Mosca nelle basi in dell’esercito di Minsk.