Padova, tre morti per monossido di carbonio in uno stabile abbandonato

Redazione
07/01/2024

A segnalare la presenza dei tre corpi sono stati alcuni cittadini stranieri, che stavano cercando riparo nelle stanze dell'ex Istituto Configliachi. Accanto ai cadaveri, all’interno di un contenitore di alluminio, i residui di un braciere acceso.

Padova, tre morti per monossido di carbonio in uno stabile abbandonato

Tre persone sono state trovate morte a Padova in uno stabile abbandonato, quasi certamente a causa dell’esalazione di monossido di carbonio. I corpi sono stati rinvenuti all’interno di una stanza dell’ex Istituto Configliachi in via Guido Reni, senza finestre e al primo piano: accanto ai cadaveri, all’interno di un contenitore di alluminio, i residui di un braciere acceso. Sono in corso accertamenti per identificare le tre vittime, probabilmente di origine magrebina.

La polizia non ha riscontrato segni di violenza sui cadaveri, in corso accertamenti per identificarli

I cadaveri sono stati scoperti nella notte da una volante della questura di Padova, dopo la segnalazione al 113 da parte di alcuni migranti che bivaccavano nello stesso stabile di via Reni. La polizia non ha riscontrato segni di violenza sui cadaveri. Sono in corso accertamenti per identificare le tre vittime, probabilmente di origine magrebina.