Pakistan, l’ex premier Imran Khan e la moglie sono stati condannati a 14 anni per corruzione

redazione
31/01/2024

La notizia è arrivata all'indomani della condanna a 10 anni per aver diffuso segreti di stato. L'ex campione di cricket 71enne, che si trova in carcere, non potrà così partecipare alle elezioni dell'8 febbraio.

Pakistan, l’ex premier Imran Khan e la moglie sono stati condannati a 14 anni per corruzione

Mercoledì 31 gennaio l’ex primo ministro del Pakistan Imran Khan, in carica dal 2018 al 2022, e la moglie Bushra Bibi sono stati condannati a 14 anni per corruzione. Solo il giorno prima Khan era stato condannato a 10 anni per diffusione di segreti di stato. Stando alle accuse l’ex premier 71enne ex campione di cricket e la moglie hanno tratto profitto vendendo regali di stato ricevuti quando lui era in carica. Le condanne sono arrivate alla vigilia delle elezioni in Pakistan dell’8 febbraio e tagliano fuori dalla corsa Khan. Per la tempistica, secondo l’ex premier che si trova in custodia cautelare in carcere, si tratterebbe di giustizia a orologeria, un tentativo di escluderlo dalla competizione e dalla politica pakistana.  Negli ultimi mesi del 2023 Khan – tuttora il politico più famoso del Paese – e il suo partito politico, il Pakistan Tehreek-e-Insaaf (Pti), sono stati nel mirino della giustizia. Dopo essere stato estromesso dal potere con un voto di sfiducia nell’aprile 2022, l’ex leader ha accusato militari e Usa di essere dietro la sua caduta.