Il Pakistan vieta le celebrazioni di Capodanno in solidarietà a Gaza

Redazione
29/12/2023

«L'intera nazione e la Ummah musulmana sono profondamente rattristate dal genocidio dei palestinesi, in particolare dal massacro di bambini innocenti», ha detto primo ministro Anwaar-ul-Haq Kakar in un messaggio televisivo.

Il Pakistan vieta le celebrazioni di Capodanno in solidarietà a Gaza

Il primo ministro del Pakistan, Anwaar-ul-Haq Kakar, ha annunciato il divieto nazionale delle celebrazioni di Capodanno, invitando i cittadini alla semplicità nei festeggiamenti, per esprimere solidarietà con il popolo palestinese. «L’intera nazione pakistana e la Ummah musulmana sono profondamente rattristate dal genocidio dei palestinesi, in particolare dal massacro di bambini innocenti, a Gaza e in Cisgiordania», ha detto Kakar in un videomessaggio trasmesso in televisione.

LEGGI ANCHE: Onu: «La situazione a Gaza è l’inferno sulla Terra». Nove famiglie su 10 non mangiano tutti i giorni

Anche l’emirato Sharjah degli Emirati Arabi Uniti ha vietato i fuochi d’artificio per Capodanno

Il Capodanno in Pakistan è tradizionalmente caratterizzato da vivaci festeggiamenti, tra cui fuochi d’artificio e spettacoli visivi degli aerei militari. Nel frattempo, anche Sharjah, un emirato degli Emirati Arabi Uniti, ha vietato i fuochi d’artificio di Capodanno, per esprimere «solidarietà e cooperazione umanitaria per i nostri fratelli nella Striscia di Gaza». Il primo ministro del Pakistan ha fatto sapere anche di aver inviato due carichi di aiuti umanitari verso la Striscia di Gaza e che un terzo convoglio sarà inviato al più presto. Il Pakistan, ha riferito ancora il premier, sta inoltre tenendo colloqui con la Giordania e l’Egitto per fornire aiuti tempestivi ed evacuare i feriti da Gaza.

LEGGI ANCHE: Israele: «Pronti a intervenire in Libano»