Pakistano uccide la moglie a sassate

Redazione
03/10/2010

Una donna pakistana è morta e la figlia è stata gravemente ferita al termine di una lite familiare con il...

Pakistano uccide la moglie a sassate

Una donna pakistana è morta e la figlia è stata gravemente ferita al termine di una lite familiare con il marito e l’altro figlio della coppia.
E’ accaduto domenica pomeriggio a Novi, in provincia di Modena. Pare che il motivo del delitto sia stata la ribellione della giovane, 20 anni, che non voleva sottostare a un matrimonio combinato dal padre.
Durante l’ennesima discussione, a scatenare il pestaggio della giovane con una spranga e le sassate alla madre che la difendeva è stato il rifiuto della ragazza alle nozze combinate. La madre ha preso le parti della giovane mettendosi in mezzo ed è stata uccisa con una pietra dal marito cinquantenne, con l’aiuto del fratello 19enne.
La donna, 46 anni, è morta. La figlia è invece grave, ma non in pericolo di vita. Già in passato ci sarebbero stati episodi di maltrattamenti in famiglia.
Il padre, Hamad Kahn Butt, è stato arrestato per l’omicidio della moglie e il figlio Humair Butt per il tentativo di omicidio della sorella Nusheen. I due sono stati portati nel carcere di Sant’Anna.
La vicenda ricorda il delitto di Hina Saleem, la ragazza pakistana sgozzata dai maschi della sua famiglia quattro anni fa in provincia di Brescia perché viveva troppo all’occidentale.