Le novità dei palinsesti Rai 2019-2020

Redazione

Le novità dei palinsesti Rai 2019-2020

Fiorello Su RaiPlay, Mara Venier e Gigi D'Alessio in prima serata su RaiUno. Fazio declassato su RaiDue. Cosa cambia per la prossima stagione.

09 Luglio 2019 14.58
Like me!

Novità, conferme e annunci. C’è un po’ di tutto nella conferenza stampa di presentazione dei palinsesti Rai per l’autunno 2019. «Oggi la Rai vuole cambiare passo», ha spiegato l’amministratore delegato Fabrizio Salini nel corso della presentazione di rito. «È un’azienda di servizio pubblico, è inclusiva e non deve dimenticare nessuno. Per questo mettiamo al centro dell’offerta la nostra piattaforma RaiPlay, un modello di fruizione che non possiamo non intercettare perché il consumo va in quella direzione». E proprio su RaiPlay farà ritorno in Rai Fiorello, asso nella manica di Salini durante l’evento di presentazione.

SU RAIUNO MARA VENIER E GIGI D’ALESSIO IN PRIMA SERATA

Su RaiUno approda in prima serata Mara Venier con La porta dei sogni, uno show che celebra le storie, in onda dal 20 dicembre. Una vita da cantare dal 16 novembre vedrà impegnato Enrico Ruggeri nel racconto dei grandi cantautori. Prime time anche per Venti anni che siamo italiani con Vanessa Incontrada e Gigi D’Alessio, a partire dal 29 novembre.

IL DECLASSATO FABIO FAZIO SBARCA SU RAIDUE

Sui RaiDue fa scalpore il declassamento di Fabio Fazio con Che tempo che fa, in onda da domenica 29 settembre. Da segnalare anche una serata evento con Renzo Arbore dedicata a Renato Carosone, il programma con il quale il direttore di RaiDue Carlo Freccero ha iniziato l’esposizione dei palinsesti autunnali della rete, prima di annunciare «una scommessa»: Maledetti amici miei con Sandro Veronesi, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Alessandro Haber «aiutati da Max Tortora e da Margherita Buy» a svelare aspetti sconosciuti della loro vita«Grande novità di RaiTre è il programma della band di Serena Dandini che farà otto puntate il giovedì e si chiamerà Assemblea generale. Cercheremo di fare una lettura sorridente e graffiante della realtà che a volte può dare fastidio». ha annunciato il direttore di rete, Stefano Coletta, spiegando che nel programma di satira in onda in prime time ci saranno «grandi ritorni che non posso citare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *