Palma Campania, arrestato per corruzione il sindaco Aniello Donnarumma

Valentina Sammarone
09/01/2024

È finito agli arresti domiciliari. Otto gli indagati per turbata libertà degli incanti, falso in atto pubblico, depistaggio e subappalto non autorizzato. Tra questi anche dipendenti comunali e imprenditori.

Palma Campania, arrestato per corruzione il sindaco Aniello Donnarumma

Il sindaco di Palma Campania (Napoli), Aniello Donnarumma, è stato posto agli arresti domiciliari per corruzione. L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Castello di Cisterna, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Nola su richiesta della procura. L’ordinanza coinvolge otto indagati, tra cui due soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, tre con il divieto di dimora e tre con il divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno. I reati ipotizzati sono a vario titolo corruzione, turbata libertà degli incanti, falso in atto pubblico, depistaggio e subappalto non autorizzato.

Tra gli indagati anche dipendenti comunali e imprenditori

Tra i destinatari dell’ordinanza, oltre al sindaco Aniello Donnarumma, ci sono due dipendenti comunali e cinque imprenditori. Il provvedimento cautelare segna la conclusione di approfondite indagini condotte tra il 2021 e il 2022 dal Nucleo Investigativo, con il supporto della Stazione di Carbonara di Nola. Queste indagini hanno messo in luce un presunto sistema di interessi particolaristici e dinamiche clientelari all’interno dell’ente.