Chi è Angelini, nuovo capo della Vigilanza di Bankitalia

Redazione

Chi è Angelini, nuovo capo della Vigilanza di Bankitalia

Nato a Siena il 15 agosto 1958, si è laureato con lode in Economia nell'ateneo toscano nel 1986. Esperto di politica monetaria, dal 1990 al 2011 ha lavorato presso il Servizio studi di Palazzo Koch. Il profilo.

21 Giugno 2019 19.49
Like me!

È Paolo Angelini il nuovo capo del dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia. Nato a Siena il 15 agosto 1958, Angelini è si è laureato con lode in Economia nell’ateneo toscano nel 1986. Poi un master in Economia presso la Brown University nel 1989 e un dottorato di ricerca in Economia presso la stessa università nel 1994.

AL SERVIZIO STUDI DI BANKITALIA DAL 1990

Ha lavorato presso il Servizio studi della Banca d’Italia dal 1990 al 2011, all’interno del Settore monetario e finanziario, dove è stato responsabile dell’Ufficio analisi monetaria tra il 1998 e il 2003. Dal 2011 al 2013 ha diretto la Segreteria tecnica per l’eurosistema e la stabilità finanziaria. Dal 27 gennaio 2014 è vice capo del dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria.

GRANDE ESPERTO DI POLITICA MONETARIA

I lavori scientifici di Angelini su tematiche di politica monetaria, mercato monetario, razionamento del credito e crescita d’impresa, banche e sistemi di pagamento interbancari sono stati pubblicati sulle principali riviste italiane e internazionali, tra cui il Giornale degli Economisti, Economic Notes, American Economic Review, Journal of Monetary Economics, Journal of Money Credit and Banking.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *