Ora le pagelle le dà il commissario Gentiloni: cosa farà l’ex premier in Ue

Dalla valutazione delle leggi di bilancio alle previsioni economiche, dalla tassazione del digitale all'assicurazione contro la disoccupazione. Di cosa si occuperà il dem nella squadra di von der Leyen.

10 Settembre 2019 20.03
Like me!

Dalla valutazione dei conti pubblici dei Paesi della zona euro alla web tax, dalla riforma del Patto di stabilità alla tassazione comune per le imprese: Paolo Gentiloni eredita il portafoglio dell’attuale commissario Pierre Moscovici ma con obiettivi nuovi, come lo schema di assicurazione contro la disoccupazione ancora tutto da disegnare. La sua principale attività, che condividerà con Valdis Dombrovskis, sarà la gestione del Semestre europeo, cioè il ciclo di valutazione dei bilanci pubblici.

DALLE PAGELLE ALLE FINANZIARIE ALLE PREVISIONI ECONOMICHE

Comincia proprio a novembre, con le pagelle alle finanziarie. Se rispetteranno le regole, saranno approvate, se andranno fuori dai vincoli, come accadde all’Italia lo scorso anno, saranno rigettate. Gentiloni dovrà anche supervisionare e presentare le previsioni economiche Ue, pubblicate quattro volte all’anno. Le prime il 7 novembre, quando dovrebbe essere già in carica. A maggio poi dovrà preparare le famose raccomandazioni, cioè i compiti a casa, in termini di riforme, che ciascun Paese deve fare. Oltre al dossier conti pubblici, prettamente tecnico, c’è poi quello più politico: la modifica del Patto di stabilità. I Paesi sono d’accordo a una semplificazione, ma non ad un ammorbidimento. A lui e a Dombrovkis toccherà fare una sintesi tra le posizioni dei falchi che non vogliono allentare i vincoli e colombe che vogliono più margini.

DALL’ASSICURAZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE ALLA WEB TAX

C’è poi la fiscalità. Il lavoro principale sarà sulla tassazione dei giganti del web. Al momento, l’Ue ha deciso di cercare un accordo a livello Ocse, e Gentiloni dovrà guidarlo per conto dell’Ue. Ma se entro la fine del 2020 non ci sarà intesa globale, gli toccherà lavorare ad una web tax europea. Infine, la presidente von der Leyen ha assegnato all’ex premier anche il compito di lavorare allo schema comune di assicurazione contro la disoccupazione. L’obiettivo è aiutare i Paesi in caso di shock macroeconomico. Era una vecchia idea promossa anche dall’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, che ora toccherà a Gentiloni mettere in pratica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *