Andrea Pietrobelli

Cosa sappiamo sul caso calcioscommesse in Spagna

Cosa sappiamo sul caso calcioscommesse in Spagna

Numerosi arresti nell’ambito di un’indagine che risale a maggio del 2018. Fra le persone coinvolte l’ex del Real Madrid Raul Bravo, vincitore della Champions nel 2002, ritenuto capo dell’organizzazione.

28 Maggio 2019 12.36

Like me!

C’è uno scandalo a base di partite ‘truccate’ in Spagna. Secondo quanto riferiscono i media locali, la polizia ha condotto numerosi arresti nell’ambito di un’indagine cominciata nel maggio del 2018. Fra le persone fermate ci sono sei calciatori fra i quali l’ex del Real Madrid Raul Bravo, vincitore della Champions nel 2002 e ritiratosi l’anno scorso (è ritenuto uno dei capi dell’organizzazione), l’altro ex madridista Borja Fernandez, Inigo Lopez del Deportivo La Coruna e l’ex del Siviglia Carlos Aranda.

Da sinistra in senso orario: Raul Bravo, Borja Fernandez, Carlos Aranda, Agustin Lasaosa.

Raul Bravo è accusato di essere al vertice dell’organizzazione che avrebbe truccato diverse partite di prima e seconda divisione spagnola, con l’obiettivo di arricchirsi tramite le scommesse sportive. I match incriminati apparterrebbero alle stagioni 2016/17 e 2017/18, e questa potrebbe essere solo la punta dell’iceberg. Convolto nello scandalo calcioscommesse anche il presidente dell’Huesca, squadra appena retrocessa in Segunda Division essendosi piazzata al 19esimo posto della LigaAgustín Lasaosa, che è stato messo agli arresti assieme al suo responsabile dello staff medico del club, Juan Carlos Galindo Lanuza. Un mandato sarebbe poi stato emesso nei confronti di un altro calciatore della massima serie, Samu Saiz del Getafe, che però è finora irrintracciabile in quanto in vacanza con la famiglia. Per tutti coloro che sono stati messi sotto custodia l’accusa è di associazione a delinquerecorruzione riciclaggio di denaro. Fonti di polizia hanno fatto sapere che l’organizzazione su cui si sta indagando truccava la partite per poi scommettere sui risultati concordati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *