Il Pd chiede una “Covid tax” sui redditi sopra 80 mila euro

Redazione
10/04/2020

Contributo progressivo e deducibile per un gettito atteso di 1,3 miliardi annui. La proposta ipotizzata da Delrio fa discutere la maggioranza.

Il Pd chiede una “Covid tax” sui redditi sopra 80 mila euro

Contro la povertà determinata dalla crisi coronavirus «il gruppo del Pd della Camera, in piena sintonia con il partito», propone un contributo di solidarietà a carico dei redditi più elevati», per il 2020 e 2021, «che dovranno versare i cittadini con redditi superiori a 80 mila euro e che inciderà sulla parte eccedente tale soglia». Ad annunciarlo sono stati i dem Graziano Delrio e Fabio Melilli. «La somma versata sarà deducibile e andrà da alcune centinaia di euro fino a decine di migliaia per redditi superiori al milione. Il gettito atteso è 1,3 miliardi annui».

IL M5S PRENDE SUBITO LE DISTANZE

Un’idea, quella del Pd, che sembra però aver già trovato la ferma opposizione del Movimento 5 stelle. «Il contributo di solidarietà proposto dal Pd è «una loro iniziativa. Noi con garbo e spirito unitario abbiamo proposto ai parlamentari di tagliarsi lo stipendio, cosa che il M5s già fa senza ricevere risposta. Ora non è il momento di chiedere ulteriori sacrifici agli italiani, rimaniamo contrari a qualunque forma di patrimoniale». «Le risorse», ha aggiunto Crimi, «le dobbiamo trovare dentro il Paese, ridiscutendo interventi non necessari come la Tav e attraverso l’Europa, con strumenti nuovi e realmente efficaci».