Il Pd studia la sfiducia contro Salvini

Dai renziani parte la carica contro il vicepremier. Boschi chiede di votare alla Camera. E Renzi la segue immediatamente. Zingaretti, per ora, si limita a escludere future alleanze coi cinque stelle.

18 Luglio 2019 11.43
Like me!

Mentre la maggioranza rischia per l’ennesima volta di sfaldarsi sul Russiagate all’italiana che agita i sonni di Matteo Salvini, l’opposizione inizia a farsi sentire e chiede esplicitamente per la primo volta un voto di sfiducia nei confronti del ministro dell’Interno.

A farlo è stata Maria Elena Boschi, in un tweet indirizzato al vicepremier e leader leghista. «Salvini fugge dal parlamento», ha detto l’ex ministro delle Riforme. «Il M5s tiene come sempre i piedi in due staffe. C’è solo un modo per essere seri: presentare oggi stesso una mozione di sfiducia a Salvini alla Camera. Così scopriremo finalmente che cosa dirà Salvini e come voteranno i grillini».

RENZI RITWITTA E RINCARA LA DOSE

Il post è stato immediatamente ritwittato dall’ex segretario del Partito democratico Matteo Renzi. Aspettando una presa di posizione ufficiale da parte del leader Nicola Zingaretti, che per ora si è limitato a escludere categoricamente un’ipotesi di governo M5s-Pd, i dem sembrano dunque pronti a studiare l’offensiva per mettere in scacco Salvini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *