Pechino invita le due Coree al dialogo

Redazione
18/12/2010

La Cina si è rivolta a tutte le parti in causa nel processo di pacificazione e di denuclearizzazione della penisola...

Pechino invita le due Coree al dialogo

La Cina si è rivolta a tutte le parti in causa nel processo di pacificazione e di denuclearizzazione della penisola coreana a «iniziare responsabilmente le negoziazioni e risolvere i problemi attraverso mezzi pacifici».
Lo ha scritto in un comunicato diffuso il 18 dicembre e pubblicato sul sito Internet del ministero degli Esteri di Pechino, Jiang Yu, portavoce dello stesso dicastero.
Per Jiang, la situazione nella penisola è «straordinariamente complicata» e «molto sensibile» e nel caso in cui dovesse avvenire uno spargimento di sangue, i primi a soffrire sarebbe il popolo coreano. Ha scritto il portavoce ministeriale: «Questo destabilizza la regione e mette a repentaglio i loro Paesi vicini».
Il portavoce del ministero degli Esteri cinese ha sottolineato che i Paesi della regione e la comunità internazionale vogliono fortemente l’attenuazione più che l’aumento delle tensioni, il dialogo più che l’opposizione, la pace più che la guerra: «La Cina senza dubbio si oppone a ogni attività che possa portare a un aumento delle tensioni o a destabilizzare la regione», chiamando tutte le parti in causa a fare sforzi costruttivi per diminuire le tensioni.
Si tratta della prima presa di posizione cinese a favore della ripresa del dialogo fra Corea del Nord e Corea del Sud da quando, il 23 novembre, Pyongyang ha bombardato l’isola di Yeonpyeong, sotto il controllo di Seul, con un bilancio di quattro vittime (leggi l’articolo sulla crisi fra le due Coree).