I peggiori turisti del 2023 fra scatti osé e deturpazione dei monumenti

Fabrizio Grasso
20/12/2023

Fra chi ha inciso il proprio nome sulle pareti del Colosseo e chi si è spogliato in luoghi sacri, i viaggiatori di tutto il mondo si sono resi protagonisti di azioni deplorevoli ogni mese. Ecco i casi più emblematici dell'anno.

I peggiori turisti del 2023 fra scatti osé e deturpazione dei monumenti

Guidare un’auto su un ponte medievale. Denudarsi all’interno di luoghi sacri. Rubare vini pregiati, mangiare specie in via di estinzione o deturpare i monumenti. Sono solo alcune delle azioni deplorevoli che i turisti di tutto il mondo hanno compiuto nel 2023, finendo sulle pagine di cronaca internazionali. Basti pensare a chi, nel Ghibli Park del Giappone, ha pensato bene di «simulare rapporti sessuali» con vari personaggi femminili degli anime di Hayao Miyazaki o chi ha guidato una Ferrari a noleggio su Piazza della Signoria a Firenze. In attesa di scoprire quella di dicembre, ecco le più emblematiche di ogni mese, molte delle quali verificatesi in Italia.

Da gennaio a novembre, le peggiori azioni dei turisti nel 2023

Gennaio: un americano in auto su Ponte Vecchio a Firenze

Come ha sottolineato la Cnn, l’anno è iniziato tristemente già a gennaio quando un americano in vacanza a Firenze è stato sorpreso mentre attraversava in auto Ponte Vecchio. Nel primo pomeriggio di giovedì 26, un 34enne ha deciso di percorrere a bordo della sua vettura a noleggio un’area pedonale, entrando dal lato di Por Santa Maria. Fermato dalla polizia municipale, ha spiegato di essersi perso mentre cercava parcheggio. Per lui un verbale di 500 euro, dato che era al volante anche senza permesso di guida internazionale.

La coppia che ha inciso i propri nomi sul Colosseo spicca fra i turisti maleducati del 2023. I casi più eclatanti per ogni mese nel mondo.
Una veduta di Ponte Vecchio a Firenze (Imagoeconomica).

Febbraio: un’influencer cinese ha mangiato uno squalo bianco in live streaming

Altro mese, altro turista disattento e maleducato. A febbraio, infatti, un’influencer cinese di nome Tizi ha trasmesso in streaming un filmato in cui cucinava e poi mangiava un grande squalo bianco. Peccato che si tratti di una specie protetta in Cina e pertanto interdetta alla consumazione in tutto il Paese. Per la donna è scattata subito una multa di 125 mila yuan, pari a circa 18 mila euro. Alla polizia di Nanchong, in provincia del Sichuan, aveva detto di aver comprato la carne online sulla piattaforma Taobao per circa mille euro.

Marzo: fra i peggiori turisti del 2023 un uomo nudo nei templi di Bali

Nel terzo mese dell’anno si è preso lo scettro di peggior turista al mondo Yuri Chilikin, un uomo russo che aveva deciso di spogliarsi in un luogo sacro di Bali durante una vacanza. Dopo aver raggiunto la cima del monte Agung, vulcano sacro al dio Shiva, aveva pensato bene di denudarsi dalla vita in giù per scattare la foto ricordo del viaggio, che ha persino pubblicato su Instagram. Per scusarsi, ha poi rimosso il post e ha pregato assieme a un gruppo di sacerdoti nel tempio, filmando anche un video in cui chiedeva il perdono ai fedeli e alla gente del posto.

Aprile: alcuni giovani hanno mangiato funghi allucinogeni nel Regno Unito

Non hanno avuto il tempo di postare la loro follia sui social invece alcuni giovani britannici che, durante una camminata nel Lake District, hanno consumato «funghi magici», noti per i loro effetti allucinogeni. Quando i soccorritori sono giunti sul posto, allarmati dalle chiamate di altri turisti, hanno trovato i ragazzi disorientati e in un precario stato di salute, seppur non in pericolo di vita. Dopo due ore in ospedale, i protagonisti della bravata si sono ripresi senza conseguenze.

Maggio: un turista a Yellowstone ha causato la morte di un bisonte

Le regole del Parco nazionale di Yellowstone, fra Wyoming, Montana e Idaho statunitensi, vietano ai turisti di avvicinarsi a meno di 25 metri dagli animali. A maggio però un uomo si è fatto beffe delle norme dato che ha sollevato un cucciolo di bisonte mentre attraversava un fiume con la sua famiglia. Dopo l’interazione, la mandria ha rifiutato il piccolo che si è trovato costretto ad avvicinarsi ai visitatori del parco per trovare cibo e compagnia. I ranger, per alleviargli il dolore di una vita da emarginato, lo hanno dovuto sopprimere.

Giugno: Ivan + Hailey 23, un giovane ha deturpato il Colosseo

Ancora Italia fra i peggiori turisti del 2023 che, come ha spiegato la Cnn, spesso considerano il nostro Paese «un parco a tema in cui divertirsi». A giugno infatti un turista britannico ha deciso di scolpire il suo nome e quello della fidanzata sul Colosseo, pubblicando il video sui social. Immediato l’intervento della polizia che lo ha rintracciato già il giorno dopo e cui il ragazzo ha spiegato di «non sapere dove si trovasse».

La coppia che ha inciso i propri nomi sul Colosseo spicca fra i turisti maleducati del 2023. I casi più eclatanti per ogni mese nel mondo.
Il Colosseo vittima di tanti turisti (Imagoeconomica).

Luglio: il Colosseo ancora nelle mire dei turisti stranieri

Il gesto del turista britannico Ivan non è stato un caso isolato. Il 14 luglio, infatti, una 17enne proveniente dalla Svizzera era stata sorpresa da una guida turistica mentre era intenta a scrivere le proprie iniziali su un basamento dell’anfiteatro romano. Il giorno successivo anche un coetaneo giunto dalla Germania aveva deciso di incidere nella storia il suo nome, senza però sfuggire allo sguardo attento di chi controlla il monumento patrimonio mondiale dell’umanità per l’Unesco.

Agosto: turisti nudi nel campo di girasoli di Hayling, a largo dell’Inghilterra

Ancora scatti osceni fra le peggiori bravate dei turisti nel 2023. Ad agosto infatti i proprietari della Stoke Fruit Farm sull’isola di Hayling, a largo della costa meridionale dell’Inghilterra, hanno dovuto lanciare un appello sui social per chiedere ai visitatori di non togliersi i vestiti durante il tour. Diverse persone erano state sorprese a farsi una foto senza veli nel campo di girasoli, sperando di immortalare uno scatto unico per le loro vacanze naturiste. «Abbiamo dovuto mettere persino dei cartelli», ha spiegato alla Cnn Sam Wilson, proprietario del campo. I troppi turisti nudi infatti avevano più volte rovinato la visita a famiglie giunte assieme ai loro bambini.

Settembre: sedili sporchi di vomito sugli aerei di Air Canada

Virale la notizia che ha visto protagonista la compagnia Air Canada nel mese di settembre. I passeggeri di un volo da Las Vegas a Montreal hanno infatti accusato l’azienda di averli costretti a prendere posto su sedili ancora sporchi di vomito. «Hanno messo fondi di caffè e profumo per mascherare l’odore», ha raccontato un viaggiatore sui social. «Quando abbiamo fatto notare loro tracce visibili, un’assistente di volo ci ha detto che purtroppo l’aereo era pieno e non si poteva fare nulla».

Ottobre: due sculture romane danneggiate in un museo in Israele

Il giorno prima che Hamas lanciasse l’attacco terroristico che ha acceso il conflitto in Medioriente, un uomo di 40 anni proveniente dagli Stati Uniti era stato arrestato a Gerusalemme per «deturpazione deliberata» di preziose reliquie antiche. Il 6 ottobre infatti il turista aveva volontariamente fatto cadere due statue romane, in quanto le definiva un’idolatria contraria alla Torah. Il suo legale ha però spiegato che ha sofferto di ciò che gli esperti chiamano «sindrome di Gerusalemme», ossia un disturbo che colpisce i visitatori tanto da farli staccare dalla realtà.

Novembre: fra i turisti peggiori del 2023 anche un americano bandito dalle Filippine

L’elenco dei peggiori turisti del 2023 si completa con un cittadino americano che per il suo comportamento è stato addirittura bandito per sempre dalle Filippine. Ha infatti inserito una serie di parolacce nel modulo che avrebbe dovuto compilare al suo arrivo, scrivendo anche un indirizzo fasullo e glissando sul suo nome completo. Le autorità lo hanno inserito in una black list permanente che gli proibirà di entrare nel Paese per tutta la vita in quanto ritenuto «irrispettoso».