Pellicole esplosive

Redazione
07/10/2010

Innocenti bugie Difficile, ormai, togliere a Tom Cruise i panni dell’agente segreto sui generis. Ma il regista James Mangold, che...

Innocenti bugie

Difficile, ormai, togliere a Tom Cruise i panni dell’agente segreto sui generis. Ma il regista James Mangold, che ha diretto film come Walk the line e il remake di Quel treno per Yuma, ha già dichiarato: «Volevamo evitare uno stile alla James Bond».
Paragone in ogni caso improprio perché all’agente segreto Roy Miller-Tom Cruise manca ben più di qualche centimetro per entrare nell’albo d’oro dello 007 più famoso al mondo. Su un volo decisamente movimentato, la bella e single June Havens, una sempre brava e spiritosa Cameron Diaz, fa l’incontro che le cambierà la vita.
Si tratta ovviamente del bell’agente segreto che da quel momento in poi la trascinerà in giro per il mondo per scovare un’invenzione da cui potrebbe dipendere il futuro energetico del pianeta. La vera sfida, però, sarà imparare a fidarsi l’uno dell’altra.
La trama, in effetti, sebbene la sceneggiatura sia originale e scritta da Patrick O’Neill, ricorda qualcosa di già visto, pure per lo stesso Cruise. Il gioco sarà ben riuscito solo se, oltre al solito action movie, saranno riusciti ad aggiungere un po’ di sana ironia, e magari anche di auto-ironia. Movimentato.

Regista: James Mangold; Genere: Azione, commedia (Usa 2010); Attori: Tom Cruise, Cameron Diaz, Peter Sarsgaard, Maggie Grace, Paul Dano, Marc Blucas, Viola Davis, Jordi Mollà, Liam Ferguson, Stream, Nicole Signore

Step Up 3D

Per intuire i consensi di pubblico che questo film avrebbe potuto raccogliere negli States è bastato osservare il successo della trasmissione prodotta da Mtv America’s best dance crew, le cui edizioni ormai non si contano più.
E di cui il film, in buona parte, ne è una trasposizione sul grande schermo. Solo in buona parte, purtroppo, perché la pellicola, zavorrata da una trama standardizzata e da dialoghi che non brillano per intelligenza, ha il solo pregio di essere il primo film danzante in digital 3D.
La storia si sviluppa in un edificio industrialeabbandonato di New York, che diventa un vero covo dei pirati in cui le crew di strada si riuniscono per darsi battaglia a colpi di acrobazie aeree e coreografie spettacolari.
Insieme al cuore della bella ballerina di turno, il protagonista Luke, guarda caso orfano e sull’orlo dello sfratto, dovrà conquistare anche la World Jam Competition che riunisce i migliori danzatori di strada di tutto il mondo.
Colpevole forse il fatto che questo è il terzo capitolo della saga, in America il bottino al botteghino è stato tutt’altro che confortante. Difficile sperare che il mercato italiano riveli sorprese in questo senso. Evitabile.

Regista: Jon Chu; Genere: Drammatico, musicale (Usa 2010); Attori: Rick Malambri, Sharni Vinson, Christopher Scott, Ally Maki, Adam G. Sevani, Alyson Stoner, Keith Stallworth, Kendra Andrews, Stephen Boss, Martín Lombard

The town

Alla seconda prova come regista (il primo film è stato Gone baby gone del 2007) Ben Affleck si cimenta con una pellicola che affronta il nodo cruciale della fedeltà all’amico di sempre contrapposta a quella per la donna amata.
Senza cadere però nella rigidità dei buoni sentimenti ad ogni costo. Qui i sentimenti ci sono, forti e impetuosi, e come sempre lacerano il protagonista, ma il regista-attore ha il pregio di non appesantire una trama senza grossi colpi di scena con un inutile romanticismo di maniera.
Ben Affleck è Doug MacRay, noto rapinatore a capo di una banda spietata che assalta le banche di Boston. La sua carriera, in realtà avrebbe dovuto essere un’altra, ovvero quella sportiva, ma il destino, e un padre criminale, avevano altri programmi.
Durante una rapina il suo migliore amico Jem prende in ostaggio la bella Claire, così Doug, per assicurarsi che la donna stia bene, la segue e poi la incontra e scatta l’inevitabile scintilla.
Le bugie, però, hanno le gambe corte e Doug sarà costretto a fare i conti con il suo passato, una verità non raccontata e un’amicizia che non sembra più tale. Nel primo weekend di proiezioni in America l’incasso è stato mediocre. Deciso.

Regista: Ben Affleck; Genere: Thriller, drammatico, romantico (Usa 2010); Attori: Ben Affleck, Blake Lively, Jeremy Renner, Jon Hamm, Rebecca Hall, Chris Cooper, Brian Scannell, Slaine, Gary Galone

Una sconfinata giovinezza

Pupi Avati non è nuovo alla trattazione di temi non facili, inconsueti. La malattia mentale, sebbene in altra veste, ci aveva già ammaliato nel suo Il papà di Giovanna. Oggi la sua infinita delicatezza ci racconta un’altra storia su una mente che non è più in grado di riconoscere se stessa e il mondo che la circonda.
Un apprezzato Fabrizio Bentivoglio è Lino Settembre, giornalista sportivo, che accanto alla moglie Chicca, una ritrovata Francesca Neri, conduce una vita serena e soddisfacente, sebbene ombreggiata dalla mancanza di figli.
La mente di Lino, però, inizia a fare brutti scherzi e la memoria non compie più il suo dovere.
La diagnosi è una malattia degenerativa delle cellule cerebrali.
Qual è, allora, la chiave per Chicca per aprire il cuore e la testa dell’uomo che ha amato per una vita e che ora sembra soltanto uno sconosciuto? Quella dell’amore materno, che tutto sopporta e tutto comprende perché ama senza chiedere nulla in cambio. Una storia struggente affidata a due interpreti ben scelti. Emotivo.

Regista: Pupi Avati; Genere: Drammatico (Italia 2010); Attori: Fabrizio Bentivoglio, Francesca Neri, Serena Grandi, Gianni Cavina, Lino Capolicchio, Manuela Morabito

Quella sera dorata

Il film, il cui titolo originale è The city of your final destination e che come sempre rende maggior onore alla pellicola della traduzione italiana, racconta la storia di uno studente iraniano-canadese Omar Razaghi, la cui carriera universitaria, ma anche quella amorosa, dipende dall’ultimazione della biografia sullo scrittore Jules Gund, morto suicida dopo aver scritto l’unico romanzo della vita.
La famiglia Gund, però, ècontraria al progetto, così Razaghi è costretto a volare in Uruguay per convincerli. Qui si troverà di fronte ad una famiglia allargata e bizzarra, il cui precario equilibrio sembra non reggere di fronte all’arrivo del nuovo venuto.
Il quale, a sua volta, si farà risucchiare dal vortice di sentimenti, intrighi e segreti di cui è intrisa la famiglia. Il film è una trasposizione dell’omonimo libro di Peter Cameron. Resta da capire se l’abilità di Ivory si è concretizzata nel rispettare l’infinita leggerezza dell’atmosfera che traspare nelle pagine di Cameron. Intrigante.

Regista: James Ivory; Genere: Drammatico (Usa 2009); Attori: Anthony Hopkins, Omar Metwally, Laura Linney, Charlotte Gainsbourg, Hiroyuki Sanada, Norma Aleandro, Alexandra Maria Lara, Kate Burton