Per l’Epifania pioggia, poi arrivano freddo e neve

Redazione
03/01/2024

Il 2024 inizia come era finito il 2023 con alta pressione e temperature 7-8 gradi superiori alle medie del periodo, ma le basse temperature sono alle porte.

Per l’Epifania pioggia, poi arrivano freddo e neve

Il 2024 inizia come era finito il 2023 con alta pressione e temperature 7-8 gradi superiori alle medie del periodo, ma per l’Epifania ci sarà pioggia e successivamente freddo e neve. Sono le previsioni di Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it. L’esperto conferma l’anomalia delle temperature di questi giorni, anche in montagna c’è lo zero termico oltre i 2800 metri al Nord e fino a 3700 metri al Sud, ma tutto questo finirà all’Epifania.

Da venerdì 5 gennaio maltempo protagonista

Già da venerdì 5 gennaio il maltempo diventerà protagonista con forti fenomeni al Nord e parte del Centro poi per la Befana si estenderà anche al Sud. Le temperature minime resteranno miti, mentre le massime scenderanno sensibilmente. Il 5 gennaio una violenta bassa pressione, in discesa dal Nord Atlantico porterà piogge forti su Liguria ed Alta Toscana, in seguito anche sul resto del Nord con tanta neve sulle Alpi fino a quote collinari. Durante i fenomeni più intensi saranno possibili fiocchi bianchi anche sulle pianure meridionali del Piemonte. All’Epifania ci sarà un crollo anche delle minime ed un’ulteriore flessione delle massime. «Infine, da domenica 7 gennaio, masse d’aria di lontana origine artica – aggiunge l’esperto – entreranno dalla Porta del Rodano favorendo un ulteriore e più marcato crollo termico su tutta la penisola. In sintesi, la settimana 8-14 gennaio vedrà, per la prima volta, il vero inverno su tutto il Continente Europeo: in Italia potremo registrare anche qualche nevicata a quote di bassa collina sulle regioni centrali».