Piano Mattei, Giorgia Meloni: «È stato un successo»

Valentina Sammarone
29/01/2024

Lo ha detto la premier nell'intervento al termine del vertice Italia-Africa. Sono almeno nove i Paesi coinvolti in progetti pilota: Marocco, Tunisia, Algeria, Egitto, Costa d'Avorio, Etiopia, Kenya, Repubblica democratica del Congo e Mozambico.

Piano Mattei, Giorgia Meloni: «È stato un successo»

La premier Giorgia Meloni nell’intervento al termine del vertice Italia-Africa, chiamato Piano Mattei, ha dichiarato: «Il vertice ha raggiunto lo scopo prefissato, essere un momento di condivisione, dialogo, di scambio di opinioni fra l’Italia e le nazioni africane. E grazie alla vostra presenza numerosa qualificata, che dimostra l’interesse verso la posizione italiana, possiamo dire che è stato un successo. Lo dobbiamo soprattutto a voi, ai vostri contributi e alla vostra partecipazione. Ho detto questa mattina e lo ribadisco, non abbiamo una scatola chiusa: abbiamo un’idea da condividere, ho atteso per capire se questa idea che abbiamo in testa sia condivisa e condivisibile dai nostri interlocutori perché si può fare solo insieme». Ma non tutto è andato come previsto. «Signora presidente del Consiglio, sul piano che propone avremmo auspicato di essere consultati», ha detto durante il vertice il presidente della Commissione dell’Unione africana Moussa Faki, nel suo intervento, rivolgendosi alla premier italiana.

Cos’è il Piano Mattei e cosa prevede

L’espressione è stata selezionata dal governo di Giorgia Meloni per riassumere un piano strategico per la creazione di una nuova collaborazione tra Italia e nazioni africane, un progetto energetico e sociale per il continente che richiama il nome dell’ex presidente Eni scomparso nel 1962. Riguardo a Mattei, si intende imitare l’approccio «non predatorio» nei confronti dell’Africa da parte europea, finalizzato a promuovere uno sviluppo sostenibile e duraturo.