Piazza Affari chiude in negativo: -0,49%

Redazione
24/08/2012

Terzo calo consecutivo per Piazza Affari, che ha chiuso la penultima settimana di agosto sotto dell’1,39% rispetto a inizio anno,...

Terzo calo consecutivo per Piazza Affari, che ha chiuso la penultima settimana di agosto sotto dell’1,39% rispetto a inizio anno, dopo essersi portata sopra la parità con il rally di metà mese. Il Ftse Mib ha ceduto lo 0,49% a 14.880 punti, dopo un tentativo di recupero finale, con gran parte del paniere dei titoli principali in rosso, a parte poche eccezioni. In calo gli scambi per 1,45 miliardi di euro di controvalore. Le vendite hanno colpito Fiat, al pari delle rivali europee, e le banche, a partire da Unicredit. Pochi gli spunti, tra cui Prelios, la ex Pirelli Re, su ipotesi di una corsa a due tra i possibili nuovi soci.
FIAT SOTTO PRESSIONE. I prezzi fermi delle auto in Europa, unitamente alle vendite in calo dell’8% a luglio secondo le prime stime, hanno penalizzato Fiat (-3,74%), Fiat Industrial (-1,5%) ed i titoli collegati come Pirelli (-0,77%) per le forniture di pneumatici, e Brembo (-2,49%) per i freni. Più cauta Pininfarina (-1,01%).
BANCHE IN SALDO. Segno meno per le banche, da Intesa Sanpaolo (-1,41%) a Unicredit (-1,41%) e Banco Popolare (-1,16%). Poco variata Mps (-0,21%), in attesa dei risultati che saranno diffusi martedì prossimo, mentre si è mossa in controtendenza Mediolanum (+1,38%). Ha fatto il botto Prelios (+22,36%), congelata a lungo per eccesso di volatilità, in attesa che si concretizzino le offerte del nuovo socio, con un primo termine fissato per domani ed in pista il gruppo Usa Fortress e la cordata italiana Caputi-Merloni. Lieve rialzo di Camfin (+0,39%), a monte della catena di controllo. Bene Enel (+1,19%), Telecom (+0,7%) e la griffe Ferragamo (+1,05%), mentre hanno ceduto Mediaset (-1,08%), Generali e Autogrill (-0,72% entrambe).