Presentata la nuova edizione del Festival “Il libro possibile”

Presentata la nuova edizione del Festival “Il libro possibile”

La diciottesima edizione, sostenuta da Pirelli, si terrà dal 3 al 6 luglio a Polignano a Mare. Molti i volti del giornalismo, cultura e spettacolo che parteciperanno alle giornate.   

24 Maggio 2019 14.23

Like me!

“Il passo dell’umanità”, un omaggio allo sbarco sulla Luna, di cui a luglio ricorre il cinquantesimo anniversario. Questo il tema scelto per la ormai diciottesima edizione del Festival IL LIBRO POSSIBILE, per il secondo anno sostenuto da Pirelli. Il primo passo dell’uomo in un “universo” fino ad allora solo sognato diventerà punto di partenza per un confronto sulle grandi questioni che hanno attraversato la storia e su quelle che ci attendono nel futuro.

Il programma del Festival, che si terrà dal 3 al 6 luglio a Polignano a Mare, prevede per il suo diciottesimo anno importanti novità. È stato presentato a Milano con la partecipazione di Rosella Santoro, direttrice artistica de IL LIBRO POSSIBILE, gli autori Richard Mason e Maurizio De Giovanni, il matematico Alfio Quarteroni e il vice presidente esecutivo e Ceo di Pirelli, Marco Tronchetti Provera.

Nato nel 2002 dall’unione di progetti culturali in diverse realtà della provincia di Bari, il festival IL LIBRO POSSIBILE si trasferisce a Polignano nel 2005. I palchi vengono allestiti in sei piazze del centro storico: Piazza Aldo Moro, Piazza San Benedetto, Piazza dell’Orologio, Via dei Mulini, Balconata Santa Candida, Vico Porto Raguseo. Il numero degli ospiti è cresciuto nel corso degli anni, così come il pubblico e la rilevanza mediatica dell’evento: lo scorso anno il Festival ha coinvolto oltre 370 personaggi, tra protagonisti e intervistatori, con un pubblico stimato in oltre 90.000 persone. L’obiettivo del LIBRO POSSIBILE è, da sempre, “portare in strada” la cultura e stimolare il dibattito sui temi più vari attraverso il confronto con importanti intellettuali di oggi.

“Con i suoi ospiti internazionali, la bellezza straordinaria dei luoghi e un pubblico numeroso, motivato e attento fino a notte inoltrata, Il Libro Possibile si configura come uno dei principali Festival culturali in Italia e un significativo momento di aggregazione e di accesso libero alla cultura”, ha dichiarato la direttrice artistica Rosella Santoro.

“Pirelli alimenta da sempre il dialogo tra il mondo delle imprese e il mondo della cultura. In linea con questa tradizione, abbiamo visto ne Il Libro Possibile un’iniziativa di qualità e che ci auguriamo possa crescere ancora anche grazie al nostro contributo. È un appuntamento letterario che lascia spazio all’attualità, con dialoghi e confronti che meritano un palcoscenico ampio. Il Libro Possibile porta alla ribalta il volto positivo del nostro Sud, fatto di bellezza, di tradizione e di cultura. Il tema di quest’anno, poi, rappresenta uno stimolo straordinario per riflettere sulla consapevolezza e la responsabilità dei passi che dovremo compiere e dei nuovi equilibri che dovremo trovare per abitare il mondo nuovo che arriva”, ha sottolineato Marco Tronchetti Provera.

“Ho accettato con entusiasmo l’invito al Festival di Polignano a Mare, non soltanto perché il posto dove si tiene è bellissimo, ma perché ho un legame speciale con l’Italia e la sua cultura, e non vedo l’ora di raccontare la mia esperienza e il mio nuovo lavoro su Michelangelo ambientato in epoca rinascimentale su cui vedo analogie rispetto alla nostra democrazia molto fragile”, ha detto invece Richard Mason.

“Andrò al Festival Il Libro Possibile di Polignano a Mare con grande felicità, perché credo sia un momento identitario importante per la cultura meridionale di questo Paese, di cui mi onoro di far parte”, ha dichiarato Maurizio De Giovanni. Continua dicendo " sono ammirato per l'interesse che un colosso come Pirelli ha per il libro, il più grande e vero oggetto virtuale a nostra disposizione".

“Il primo passo di 50 anni fa ha illuso i giovani di allora che avrebbero dominato lo spazio. In realtà, la vera rivoluzione l'ha fatta il cyber-spazio, web, reti social, e l'intelligenza artificiale che, forse, finiranno per dominarci. A Polignano parlerò di come i matematici stanno vivendo, spesso da protagonisti, questa parabola della nostra evoluzione", ha detto Alfio Quarteroni.

Le edizioni, che hanno visto passare moltissimi personaggi della cultura, politica, giornalismo e tv italiana e internazionale, quest’anno la diciottesima edizione vedrà la presenza di: Bruno Barbieri, Bianca Berlinguer, Carlo Cottarelli, Giuseppe De Bellis, Marcello Foa, Peter Gomez, Pier Carlo Padoan, Vladimir Luxuria, Enrico Mentana e tantissimi altri

La XVIII Edizione del Festival avrà la media partnership di Sky TG24 che racconterà l’evento con collegamenti dalle piazze principali e interviste ai protagonisti della kermesse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *