Porto d’armi di Pozzolo, i carabinieri smentiscono di aver dato parere negativo

Redazione
14/01/2024

«Abbiamo solo comunicato di non avere elementi utili di valutazione», spiegano dal comando provinciale di Biella. Il deputato di Fdi ha ottenuto l'ok dalla prefettura a metà dicembre, due settimane prima del Capodanno.

Porto d’armi di Pozzolo, i carabinieri smentiscono di aver dato parere negativo

I carabinieri di Biella hanno smentito di aver dato un parere negativo sul rilascio del porto d’armi per difesa personale a Emanuele Pozzolo. La precisazione è giunta dopo che diversi quotidiani avevano riportato che i militari biellesi si erano espressi in modo contrario, pur avendo poi il deputato di Fratelli d’Italia ottenuto l’ok dalla prefettura al possesso di armi. «Non abbiamo espresso alcun parere negativo, abbiamo solo comunicato di non essere in possesso di elementi utili di valutazione», spiegano dal comando provinciale.

Pozzolo avrebbe richiesto il porto d’armi dopo aver partecipato a un convegno sui cristiani in Iran

La competenza è dei carabinieri di Biella in quanto, dall’autunno del 2022, il parlamentare ha stabilito la sua residenza a Campiglia Cervo. Paese vicino a Rosazza, luogo della festa di fine anno in cui uno sparo partito dalla sua pistola ha ferito una persona. Pozzolo, secondo quanto riportato da La Stampa, avrebbe richiesto il porto d’armi per difesa nel timore di ritorsioni in seguito alla partecipazione a un convegno sulla situazione dei cristiani in Iran. Altre armi, come già noto, il deputato le aveva nella sua casa di Vercelli, in forza del porto d’armi per uso sportivo di cui era già in possesso.