Prada va in Borsa a Hong Kong

Redazione
27/01/2011

Dopo anni di annunci e di rinvii Prada approda in Borsa. Lo fa ad Hong Kong. Così annuncia un comunicato...

Prada va in Borsa a Hong Kong

Dopo anni di annunci e di rinvii Prada approda in Borsa. Lo fa ad Hong Kong. Così annuncia un comunicato del consiglio di amministrazione della mason di moda milanese.
L’incarico di coordinare l’offerta globale è stato dato a Banca Imi, UniCredit e Goldman Sachs, che agiranno anche  in qualità di joint book runner per il collocamento istituzionale. Consulenti legali saranno lo studio Bonelli Erede Pappalardo e Slaughter & May e Davis Polk.  
AL QUINTO TENTATIVO. Per la griffe, che fa capo alla stilista Miuccia e al marito Patrizio Bertelli (partecipata da Intesa con il con il 5,113% delle quote),  questa è la quinta volta che apre il fascicolo Borsa in dieci anni. Ma questa potrebbe essere effettivamente la volta buona. A favore della quotazione depone, infatti, la scadenza nel 2012 del termine per il rimborso del debito di 450 milioni di euro ottenuto dalle banche poco meno di un anno fa e già una volta rinviato. Una cifra che solo la quotazione e il conseguente ingresso di capitali freschi consentirebbe di ripianare senza troppi patemi d’animo.
BERTELLI FIDUCIOSO. «Affrontiamo con serenità il futuro e, fiducioso nell’ulteriore sviluippo del gruppo, possiamo cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato internazionale dei capitali», ha detto Bertelli, amministratore delegato del gruppo aggiungendo che: «La strategia di espansione in tutto il mondo, condotta in un quadro di stretto controllo dei costi, ha portato a un’importante crescita di ricavi e redditività, rafforzando ulteriormente la nostra primaria posizione nel mercato dei beni di lusso». La società di moda ha infatti chiuso il primo semestre del 2010 con  936,5 milioni di ricavi consolidati, registrando un incremento del 29,4% rispetto allo stesso periodo del 2009.