Fratelli d’Italia difende il presepe, il Natale e la Pasqua a scuola: ddl per vietarne la cancellazione

Redazione
20/12/2023

La senatrice Lavinia Mennuni ha spiegato che è «assolutamente fondamentale salvaguardare e tutelare quelle che sono in fondo le nostre radici culturali». Previste anche sanzioni disciplinari per i presidi.

Fratelli d’Italia difende il presepe, il Natale e la Pasqua a scuola: ddl per vietarne la cancellazione

Fratelli d’Italia ha presentato un disegno di legge al Senato per «proteggere» le tradizioni cristiane all’interno delle scuole. All’interno del documento proposto dal partito della premier Giorgia Meloni, infatti, si legge che «non sarà più possibile cancellare il presepe, il Natale e la Pasqua all’interno degli istituti scolastici italiani di ogni ordine e grado». Il divieto prevede anche sanzioni e provvedimenti disciplinari per gli eventuali dirigenti scolastici che acconsentiranno a rimuovere il presepe dai vari plessi che dirigono.

Fratelli d’Italia: «No alla “Festa d’Inverno”»

Nel ddl si legge anche che «è assolutamente inaccettabile trasformare il Santo Natale nella “Festa d’Inverno“, vale a dire in una festa che è avulsa da qualsiasi contesto commemorativo storico culturale attinente alla nostra Nazione e che, in quanto priva di qualsivoglia contenuto etico, è destinata ad assumere una connotazione meramente edonistico-consumistica». La prima firmataria è la senatrice Lavinia Mennuni, che all’Adnkronos ha dichiarato: «Da qualche anno assistiamo a inaccettabili e imbarazzanti decisioni di alcuni organi scolastici che vietano il presepe nelle scuole. Oppure ne modificano l’essenza profonda modificando ad esempio la festa del Natale in improbabili festività dell’inverno per non offendere i credenti di altre religioni. Non sarà più possibile».

Fratelli d'Italia difende il presepe, il Natale e la Pasqua a scuola: ddl per vietarne la cancellazione
Lavinia Mennuni di Fratelli d’Italia (Imagoeconomica).

Mennuni: «Fondamentale tutelare le nostre radici»

La senatrice ha poi sottolineato che è «assolutamente fondamentale salvaguardare e tutelare quelle che sono in fondo le nostre radici culturali che nel presepe hanno un altissimo esempio». Nel testo del disegno di legge si parla anche dello «svolgimento delle relative cerimonie, delle recite e rappresentazioni celebrative», da salvaguardare al pari del presepe. Trasformare le feste cristiane in «un’altra anonima tipologia di celebrazione» equivarrebbe a «una discriminazione nei confronti degli alunni e delle rispettive famiglie praticanti la religione maggioritaria». Ma il documento parla anche di «attentato ai valori e alla tradizione più profonda del nostro popolo».

Fratelli d'Italia difende il presepe, il Natale e la Pasqua a scuola: ddl per vietarne la cancellazione
Un presepe (Imagoeconomica).