Le previsioni per il 26 maggio e i rischi di eventi estremi

Le previsioni per il 26 maggio e i rischi di eventi estremi

Ancora piogge sull'Italia per il weekend elettorale. Il 25 precipitazioni al Nord che domenica si sposteranno verso Sud. E i meteorologi mettono in guardia sugli eventi estremi che potrebbero colpire in estate.

24 Maggio 2019 20.23

Like me!

Sarà un weekend di piogge, quello che si apre il 25 maggio, prima e soprattutto al Nord e poi, nel giorno delle elezioni europee e amministrative, al Centrosud e in misura minore al settentrione. E anche la prossima settimana partirà molto instabile, con un impulso freddo che potrebbe giungere nei giorni a seguire.

Per l'alta pressione, quindi, bisognerà probabilmente attendere i primi di giugno. Intanto arrivano le prime indicazioni per l'estate: parlano di probabili 'eventi estremi', e di una stagione 'molto secca o con forti locali precipitazioni', mentre in Campania, già maggio è stato finora un mese 'dal clima pazzo'. Proprio il 24 maggio si è verificata una grandinata eccezionale che ha creato ulteriore preoccupazione tra gli agricoltori. Questi eventi estremi dovrebbero caratterizzare anche la prossima estate, secondo i maggiori esperti del meteo in Italia, presenti al convegno annuale dell'Ordine interregionale dei Chimici e dei Fisici, in corso a Roma.

IL CLIMA TRA EVENTI ESTREMI E FAKE NEWS

Concordano su previsioni non rassicuranti per la prossima stagione, ma mettono anche in guardia dal proliferare di app e fake news in materia: «Usano titoli roboanti ma parlano spesso senza competenze e, attraverso i social media, creano panico per aumentare click e pubblicità», ha denunciato Raffaele Salerno, vice presidente dell'Associazione Italiana Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (Aisam). «Fare previsioni stagionali è difficile, per cui allarmi come "sarà l'estate più brutta", vanno presi con le pinze. Ma che ci sia un rischio crescente di fenomeni estremi è un dato di fatto, ha spiegato Antonello Pasini, docente di Fisica del clima presso l'Università Roma Tre. «La temperatura del mare sempre più alta», ha spiegato «aumenta l'evaporazione, più vapore significa nuvole pesanti e cariche, che provocano precipitazioni più intense. Inoltre, il surriscaldamento del mare significa più energia immessa in atmosfera, scaricata sul territorio».

LE PREVISIONI PER IL WEEKEND DEL 26 MAGGIO

Intanto, per il weekend, sono previsti, secondo i meteorologi di 3bmeteo.com, improvvisi acquazzoni o temporali che raggiungono il culmine nelle ore serali, il 25 soprattutto al Nord e domenica 26 al Centrosud, a causa di una nuova depressione mediterranea che dal Nord Africa raggiungerà l'Italia. Quella del 25, in particolare, sarà una giornata instabile al Nord, con piogge e rovesci sparsi. Il tempo sarà variabile al Centro e andrà un po' meglio al Sud. Il giorno dopo, sempre secondo 3bmeteo.com, sarà la giornata peggiore per il Centrosud; l'avanzamento della depressione verso il Tirreno porterà un carico di nuvolosità e piogge e rovesci che si estenderanno nell'arco del giorno a tutte le regioni. Andrà un po' meglio al Nord, salvo locali piogge tra Liguria, basso Piemonte ed Emilia Romagna.

FRONTE FREDDO FINO A GIUGNO

Le temperature saranno gradevoli fino al 25 con caldo senza eccessi, mentre un nuovo calo termico è atteso domenica soprattutto al Centrosud. Il maltempo, peraltro, non è finito: la nuova settimana, secondo i meteorologi, «partirà molto instabile e con temperature piuttosto basse. Nei giorni a seguire potrebbe poi giungere l'ennesimo impulso freddo dal Nord Europa. Per il tanto sospirato arrivo dell'alta pressione con tempo più stabile bisognerà probabilmente attendere i primi di giugno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *