Primarie repubblicane in Nevada, Trump non c’è ma Haley perde contro “nessuno”

Redazione
07/02/2024

Sconfitta ininfluente ma imbarazzante per l'ex ambasciatrice alle Nazioni Unite, in una tornata elettorale che non assegnava delegati e per questo disertata da The Donald. Che invece sarà regolarmente in corsa ai caucus dell’8 febbraio.

Primarie repubblicane in Nevada, Trump non c’è ma Haley perde contro “nessuno”

La larghissima vittoria di Joe Biden nelle primarie democratiche in Nevada non è stata una sorpresa. In casa repubblicana sta invece facendo rumore il flop di Nikki Haley: l’unica vera sfidante di Donald Trump è infatti riuscita a perdere contro l’opzione “nessuno di questi candidati” presente sulla scheda delle primarie dell’Elefantino, in una tornata elettorale che non ha visto la partecipazione del tycoon. Le primarie in Nevada erano prive di significato nel processo di nomina del candidato repubblicano per le Presidenziali, dato che non assegnavano delegati per la convention: ci penseranno infatti i caucus di giovedì 8 febbraio. Ma si tratta comunque di un risultato imbarazzante per l’ex ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite ed ex governatrice della Carolina del Sud.

Usa, Donald Trump non c’è ma Nikki Haley perde contro "nessun candidato” nelle primarie repubblicane in Nevada.
Donald Trump (Getty Images).

In Nevada l’Elefantino riconosce solo i caucus

Dopo le elezioni del 2020, lo Stato del Nevada ha deciso di cambiare il metodo di scelta dei candidati democratici e repubblicani, passando dai caucus alle “classiche” primarie, nella convinzione che avrebbero facilitato la partecipazione dei cittadini. Il Grand Old Party, che si è opposto, continua invece a riconoscere solo i caucus, che si svolgeranno giovedì 8 febbraio e che assegneranno i 26 delegati per la convention nazionale. Ed è su questo appuntamento che Trump ha deciso di concentrarsi, tanto che il suo nome nemmeno compariva nelle schede delle primarie.

Usa, Donald Trump non c’è ma Nikki Haley perde contro "nessun candidato” nelle primarie repubblicane in Nevada.
Nikki Haley (Getty Images).

Haley ha scelto di non partecipare ai caucus 

Chi è andato a votare per le primarie in Nevada si è trovato davanti a una scheda con sette opzioni: Haley e altri sei candidati pressoché irrilevanti (tra cui l’ex vicepresidente e ora acerrimo avversario di Trump, Mike Pence) e dall’altra “nessuno di questi”. Ed è stata proprio quest’ultima opzione a vincere, quasi doppiando Haley: circa il 60 per cento contro il 30 per cento dei voti. Come detto Trump, che ha già vinto in Iowa e New Hampshire, sarà regolarmente in corsa ai caucus, dove invece non si presenterà Haley.