Processo Mediatrade, udienza il 5 marzo

Redazione
02/02/2011

L’udienza preliminare per il processo sui diritti tv e cinematografici Mediatrade, tra i cui imputati figurano il premier Silvio Berlusconi...

Processo Mediatrade, udienza il 5 marzo

L’udienza preliminare per il processo sui diritti tv e cinematografici Mediatrade, tra i cui imputati figurano il premier Silvio Berlusconi e il figlio Piersilvio, vicepresidente Mediaset, si terrà sabato 5 marzo.
La data è stata fissata dal gup (giudice per le udienze preliminari) di Milano Maria Vicidomini dopo la parziale bocciatura dello scorso gennaio della Corte costituzionale della legge sul legittimo impedimento.
NIENTE LEGITTIMO IMPEDIMENTO. Nel procedimento Berlusconi è accusato di appropriazione indebita insieme al produttore Farouk Agrama e ai manager Daniele Lorenzano, Roberto Pace e Gabriella Ballabio. Il presidente del Consiglio è inoltre accusato di frode fiscale, insieme al figlio Pier Silvio e a Fedele Confalonieri.
L’inchiesta Mediatrade della procura di Milano è nata da uno stralcio di quella sui diritti tv Mediaset, al momento in fase di dibattimento (prossima data del processo, il 28 febbraio). Formalmente l’udienza preliminare si era già aperta  lo scorso 24 giugno, quando il tribunale aveva al contempo trasmesso gli atti alla Consulta per valutare la costituzionalità del legittimo impedimento, sospendendo di conseguenza il procedimento per tutti gli imputati.
Un filone dell’indagine è invece stato trasmesso alla procura di Roma per competenza territoriale.