In Russia tornano le proteste: fermata anche l’attivista anti-Putin

La polizia ha intercettato Lyubov Sobol, madrina della manifestazione, ancora prima del corteo. Prelevate altre 800 persone nel giro di poche ore.

03 Agosto 2019 15.50
Like me!

Avrebbe dovuto guidare le proteste previste il 3 agosto a Mosca contro l’esclusione dei candidati dell’opposizione dalle elezioni comunali, ma gli agenti di polizia hanno fermato Lyubov Sobol, fedelissima di Alexei Navalny, mentre dal suo quartier generale si stata recando, in taxi, verso i boulevard della Capitale, dove si dovrebbero tenere i cortei non autorizzati. «Perché avete i caschi, avete paura di una ragazza al 20esimo giorno di sciopero della fame?», ha chiesto la 31enne ai poliziotti che l’hanno poi caricata a forza su una camionetta della polizia. La donna, prima di essere portata via, ha chiesto le tessere identificative degli agenti e ha letto i loro nomi ad alta voce davanti ai giornalisti che hanno documentato quello che stava succedendo. Poi ha chiesto la ragione del fermo. «20.2», le è stato risposto da uno degli agenti che faceva riferimento all’articolo del codice russo che vieta le manifestazioni non autorizzate.

IL SUPPORTO SU FACEBOOK ALLA CAUSA

Quasi tutte le figure di spicco dell’opposizione, come Navalny o Ilya Yashin, sono stati fermati sabato 27 agosto e condannati all’arresto amministrativo. Così è stata proprio Lyubov Sobol a chiamare a raccolta i sostenitori dell’opposizione moscovita chiedendo di sfilare pacificamente lungo l’anello dei boulevard della capitale russa, ovvero la storica circonvallazione interna. Circa 15 mila persone si sono dette interessate sulla pagina Facebook dell’evento, anche se a confermare effettivamente la partecipazione sono stati in seimila.

ALTRI 800 FERMI

Gli agenti in tenuta antisommossa presidiano intanto i punti chiave dei boulevard le cui attività commerciali sono chiuse, probabilmente su richiesta delle autorità. Nelle ore successive a quello di Lyubov Sobol sono quindi arrivati gli altri fermi. Secondo la tv indipendente Dozhd «decine di manifestanti» sono stati caricati sulle camionette delle forze dell’ordine. Fermi che, come comunica dalla polizia, sarebbero al momento 30. Secondo l’ong OVD-Info sarebbero invece 800.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *