Pussy Riot, due ricercate sono fuggite dalla Russia

Redazione
26/08/2012

Le Pussy Riot si danno alla fuga. Mentre le tre colleghe Maria Alyokhina, Nadezhda Tolokonnikova e Yekaterina Samutsevich sono rinchiuse in...

Pussy Riot, due ricercate sono fuggite dalla Russia

Le Pussy Riot si danno alla fuga. Mentre le tre colleghe Maria Alyokhina, Nadezhda Tolokonnikova e Yekaterina Samutsevich sono rinchiuse in carcere dopo la sentenza dove sono state riconosciute colpevoli di teppismo religioso, altre due componenti della punk-band russa sono fuggite dal Paese. Entrambe sono ricercate dalla polizia per l’irruzione nella cattedrale moscovita di Cristo Salvatore, dove era andata in scena la protesta contro il presidente russo Vladimir Putin.
LE DONNE LONTANE DA MOSCA. A confermare la presenza delle due ragazze nella chiesa è stato Pyotr Verzilov, marito di Tolokonnikova che ha dichiarato come le altre due componenti delle Pussy Riot avevano partecipato alla ‘preghiera punk’. «Si trovano in un posto sicuro, fuori dalla portata della polizia russa», ha detto l’uomo, lasciando intendere che si trovino in un paese che non ha accordi di estradizione con la Russia.
«Bisogna ricordare però che nel Paese ci sono ancora 12 o 14 membri del gruppo che partecipano attivamente, è un grande collettivo», ha aggiunto il marito della ragazza diventata ormai la testimonial del gruppo e icona pop.