Putin a caccia di voti, il Cremlino lancia un concorso a premi dedicato alle famiglie russe

Matteo Innocenti
25/10/2023

Buoni da cinque milioni di rubli (50 mila euro) e viaggi in Russia in palio per esaltare il patriottismo e accrescere l'ottimismo sociale. In vista delle Presidenziali del 2024 lo zar non vuole lasciare nulla di intentato.

Putin a caccia di voti, il Cremlino lancia un concorso a premi dedicato alle famiglie russe

Vladimir Putin correrà praticamente da solo alle elezioni presidenziali del 2024, ma la prudenza non è mai troppa dalle parti della Piazza Rossa. E così il Cremlino ha lanciato un concorso dedicato alle famiglie russe, mettendo in palio 30 «certificati per il miglioramento delle condizioni di vita» da cinque milioni di rubli (50 mila euro), 300 viaggi nel Paese e altri premi minori. “È la nostra famiglia”, questo il nome del concorso, è il progetto più popolare della piattaforma presidenziale “Russia – Terra delle opportunità”: come evidenzia Meduza, pur essendo slegato dalla campagna elettorale, di fatto è un tentativo dello zar di accaparrarsi i favori degli elettori in vista delle Presidenziali.

Putin a caccia di voti in vista delle presidenziali del 2024, il Cremlino lancia un concorso a premi nazionale dedicato alle famiglie russe.
Una famiglia russa di Novosibirsk (Getty Images).

Il concorso è rivolto alle famiglie della Federazione Russa e ai parenti che vivono all’estero

Il concorso, si legge sul sito ufficiale, è rivolto alle famiglie degli 89 soggetti della Federazione Russa (repubbliche, circo, territori, circondati autonomi, città federali), così come ai parenti che vivono in più di 60 Paesi stranieri. Possono prendervi parte i nuclei familiari composto da quattro o più persone, a patto di coinvolgere tre generazioni. «Compi buone azioni con la tua famiglia, pratica sport, scopri la storia della tua famiglia e crea motivi di orgoglio familiare. Completa le attività insieme e raccogli punti per avanzare alle semifinali». Le prime otto prove della fase “da remoto”, «comprenderanno compiti su varie aree tematiche e diversi livelli di difficoltà», si legge sul sito del concorso. Ad esempio, «i partecipanti saranno invitati a eseguire una canzone in famiglia» oppure «a cucinare un piatto secondo una ricetta di famiglia». Le semifinali, a cui accederanno 300 nuclei famigliari, si terranno poi in otto città di diversi distretti federali.

LEGGI ANCHE: Chi è Marat Khusnullin, gran cerimoniere di Putin per le Presidenziali 2024

Hanno aderito più di 70 mila famiglie, per un totale di oltre 400 mila persone

Come evidenziato sul sito del concorso, al 23 ottobre (le iscrizioni chiudono il 4 novembre) hanno aderito più di 70 mila famiglie, per un totale di oltre 400 mila persone. La maggior parte delle iscrizioni arrivano dai circondari federali Centrale (28 per cento), Volga (20 per cento) e Siberia (12 per cento). Per quanto riguarda le oblast’, in testa c’è Mosca (9,8 per cento), poi la regione della capitale (6,2 per cento), quella di Krasnodar (4,6 per cento), San Pietroburgo (3,7 per cento), e la regione di Sverdlovsk (3,5 per cento). Come detto, il concorso offre la possibilità di includere parenti che vivono all’estero. Il maggior numero di domande è arrivato dal Kazakistan (175 persone), Bielorussia (111), Moldavia (83), Kirghizistan (81) e Tagikistan (72). Le famiglie dei territori dell’Ucraina annessa alla Russia, si legge nel regolamento, parteciperanno a un concorso separato.

Putin a caccia di voti in vista delle presidenziali del 2024, il Cremlino lancia un concorso a premi nazionale dedicato alle famiglie russe.
Vladimir Putin (Getty Images).

Il concorso è di fatto parte della campagna elettorale di Vladimir Putin

Fino a gennaio 2024, i partecipanti al concorso completeranno le attività online. Le famiglie inizieranno a essere premiate già prima delle semifinali, con un viaggio. E anche nella fase precedente dovrebbero venire assegnati premi minori. Le semifinali come detto si svolgeranno nelle capitali dei distretti federali, mentre la finale è prevista a Mosca in primavera, dopo le elezioni. Formalmente, il concorso “È nella nostra famiglia” non ha nulla a che fare con le presidenziali, ma le sue fasi principali coincideranno con la campagna elettorale di Putin. «Alla vigilia delle elezioni è stato organizzato un grande evento federale, con un’enfasi sui valori della famiglia. Non si tratta solo di attrarre voti attraverso mezzi materiali, ma anche di spingere sul patriottismo», ha detto a Meduza una fonte di Russia Unita, ossia il partito di Putin, smentendo però che le informazioni raccolte possano essere utilizzate in vista di una prossima fase di mobilitazione. Altre fonti hanno detto a Meduza che il concorso è di fatto parte della campagna elettorale e che è stato lanciato per «aumentare l’ottimismo sociale», in un momento difficile per il Paese a causa dell’aumento dei prezzi associato alle sanzioni e all’aumento dei tassi di interesse.