Qual è estensione vocale baritono

Redazione
16/02/2015

 Nella musica, classica e leggera, con il termine baritono viene indicata sia la voce maschile, intermedia tra quelle di basso e tenore, sia il cantante che la possiede. L'estensione della voce di un baritono viene indicativamente fissata nelle due ottave comprese tra il LA grave e il S...

Qual è estensione vocale baritono

 

Nella musica, classica e leggera, con il termine baritono viene indicata sia la voce maschile, intermedia tra quelle di basso e tenore, sia il cantante che la possiede. L’estensione della voce di un baritono viene indicativamente fissata nelle due ottave comprese tra il LA grave e il SOL acuto (la1 – sol3), ma spesso il cantante può salire al LA acuto (e perfino al SI bemolle) o, dal lato opposto, scendere al SOL grave (sol1 – la/siFlat.svg3). Si tratta di una classificazione comunque piuttosto fluida, poiché è un fattore decisamnete soggettivo, e per questo può variare a seconda delle capacità del singolo artista.

Esistono varie tipologie di baritono:

  • Baritono leggero, detto anche Baritono chiaro o baryton-martin
  • Baritono lirico o cantabile
  • Baritono lirico spinto o lirico-drammatico
  • Baritono drammatico
  • Basso-baritono

Quella del baritono è una figura versatile, molto utilizzata anche nei musical, compresi quelli contemporanei; eccone qualche esempio:

  • Sweeney Todd (“Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street”)
  • Raul (“The Phantom of the Opera”)
  • Mago di Oz (“Wicked”)
  • Dr. Dillamond (“Wicked”)
  • Pilato (“Jesus Christ Superstar“)
  • San Pietro Apostolo (“Jesus Christ Superstar”)
  • Max (Sunset Boulevard)
  • Javert (“Les Miserables”)
  • Doctor Frank N. Furter (“The Rocky Horror Picture Show”)