Raffaele Langella nominato direttore generale di Confindustria

Giovanna Predoni
19/10/2023

Dopo lo scontro tra Bonomi e la sua dg Mariotti, è stato scelto il sostituto: si tratta dell'ex ambasciatore italiano a Singapore, ora distaccato dalla Farnesina e direttore degli Affari internazionali del sindacato degli industriali. Ma come farà a trattare col governo se resta un suo dipendente?

Raffaele Langella nominato direttore generale di Confindustria

La ricerca del nuovo direttore generale di Confindustria è durata poco. Come già si vociferava nei corridoi di viale dell’Astronomia, è stato scelto Raffaele Langella, ex ambasciatore italiano a Singapore, e ora distaccato dalla Farnesina e direttore degli Affari internazionali del sindacato degli industriali.

Raffaele Langella verso il ruolo di direttore generale di Confindustria
Raffaele Langella (Imagoeconomica).

Alla Comunicazione 18 addetti: non sono un po’ tantini?

Dopo il virulento scontro tra Carlo Bonomi e la sua dg Francesca Mariotti sulla buonuscita da attribuire alla capa della Comunicazione Alessia Magistroni (a proposito, il dipartimento in oggetto conta 18 addetti, diciamo un po’ tantini), che ha lasciato molti notabili basiti, il presidente di Confindustria, in scadenza a maggio 2024, si era messo in testa di promuovere a suo numero due l’ambasciatore dell’associazione. E così è stato.

Mariotti è stata messa «a disposizione» dal capo del personale

Non sappiamo se del futuro ruolo di Langella si sia parlato nel Comitato di presidenza in cui Bonomi ha comunicato la sua decisione di sostituire Mariotti, che nel frattempo è stata messa «a disposizione» dal capo del personale. Ma appena la voce si è sparsa, ancora prima della conferma ufficiale, molti in Confindustria si sono chiesti – piuttosto perplessi – come possa svolgere il ruolo di interlocutore e controparte del governo una persona come Langella che resta un suo dipendente in distacco.