Ragazzo di 14 anni ucciso a Roma: c’è un secondo fermato a Treviso

Enrico Filotico
17/01/2024

Si tratta di Dino Petrow, 30enne che aveva fatto perdere le tracce dopo il delitto nel parcheggio della metro di Monte Compatri-Pantano. L'uomo, che avrebbe precedenti per reati contro il patrimonio, armi e droga, si era rifugiato da una zia.

Ragazzo di 14 anni ucciso a Roma: c’è un secondo fermato a Treviso

C’è un secondo fermato per l’omicidio di Alexandru Ivan, il ragazzo di 14 anni ucciso a Roma nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 gennaio 2024. Si tratta di Dino Petrow, 30enne rumeno che aveva trovato rifugio presso l’abitazione di una zia a Treviso subito dopo i fatti. A eseguire il fermo, emesso dalla procura di Velletri, sono stati i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati e dell’Arma di Treviso. L’uomo, che avrebbe alle spalle precedenti per reati contro il patrimonio, armi e droga, si aggiunge al 24enne Corum Petrow, anche lui di origini rumene, che si era recato alle forze dell’ordine spiegando di aver organizzato per telefono l’incontro tra i due gruppi rivali poi sfociato in una sparatoria.