Razzi da Libano e Gaza verso Israele

Redazione
19/10/2023

Il ministro della Difesa israeliano: «Presto entreremo nella Striscia». Il presidente americano Biden ha annunciato un discorso alla nazione. Confermata l'uccisione di un giornalista da parte del portavoce del contingente militare Onu schierato nell'area meridionale libanese. Annullati gli Mtv Ema 2023 a causa del conflitto in Medio Oriente.

Razzi da Libano e Gaza verso Israele

Sono sei i razzi lanciati dal Libano sul nord di Israele. Lo ha fatto sapere lo stesso esercito israeliano che ha risposto attaccando oltre confine. Secondo il portavoce, cinque dei sei razzi sono caduti in area aperta e uno è stato intercettato. Mentre il ministero degli Esteri tedesco ha esortato i connazionali a lasciare il Libano, il ministro della difesa israeliano Yoav Gallant ha detto ai soldati del fronte sud che l’ordine di entrare a Gaza arriverà presto. «Ora vedete Gaza da lontano, presto – ha annunciato – la vedrete dall’interno». «L’ordine arriverà», ha aggiunto.

Ucciso un giornalista nel sud del Libano

L’Onu ha confermato l’uccisione di un giornalista e il ferimento di un altro nel sud del Libano a ridosso della Linea Blu di demarcazione con Israele. Lo ha riferito all’ANSA il portavoce del contingente militare Onu (Unifil) schierato nell’area meridionale libanese.

Biden parlerà alla nazione 

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, come annunciato in un tweet, si rivolgerà alla nazione dallo Studio Ovale. Nel suo discorso, ha spiegato, affronterà «gli attacchi terroristici di Hamas contro Israele, la necessità di assistenza umanitaria a Gaza, la brutale guerra in corso della Russia contro l’Ucraina».

 

Mtv Ema 2023, annullata la cerimonia a Parigi

A causa del conflitto in Medio Oriente, gli Mtv Ema 2023, previsti per il 5 novembre a Parigi, sono stati annullati. A comunicare la decisione sono stati gli organizzatori in una nota. La scelta di annullare la serata, hanno fatto sapere, è stata dettata da «molta cautela». L’evento è slittato al 2024.

Commando di Hamas sotto effetto di droghe

Emerge intanto un nuovo elemento sull’attacco di Hamas del 7 ottobre: una parte del commando che ha agito contro i civili israeliani era sotto effetto di una droga sintetica nota come Captagon. A diffondere la notizia è stata la televisione commerciale israeliana Canale 12. Pillole dello stesso narcotico erano inoltre ancora nelle tasche di membri di Hamas rimasti sul terreno dopo i combattimenti. Si tratta, ha aggiunto la emittente, di una droga prodotta in Libano e Siria, nota anche come ‘la cocaina dei poveri’. In passato è stata usata dall’Isis.