Castelli ha chiesto al Pd di riferire in parlamento sulla recessione

Castelli ha chiesto al Pd di riferire in parlamento sulla recessione

01 Febbraio 2019 15.10
Like me!

Sull'opportunità che il ministro Giovanni Tria riferisca in Aula sulla recessione tecnica, come chiesto dal Partito democratico, il sottosegretario all'Economia Laura Castelli, esponente del Movimento 5 stelle, ha rilanciato e commentato: «Non abbiamo paura di riferire in parlamento sulle nostre azioni. Ma piuttosto il Pd riferisca in Aula sugli effetti negativi delle sue misure». È bastata questa dichiarazione in un'intervista al Corriere della sera per scatenare la polemica sui social.

«I problemi economici dell'Italia vengono da lontano», è la tesi della Castelli, «sono l'effetto di alcune scelte che riteniamo sbagliate, tanto da avere invertito la rotta. Mentre qualcuno si sofferma sui dati del Pil, bisognerebbe raccontare anche che l'Istat ha stimato per dicembre una crescita dell'occupazione di 23 mila unità, pari allo 0,1%».

«GLI EFFETTI DELLA MANOVRA NEI PROSSIMI MESI»

«Gli effetti della nostra manovra si vedranno nei prossimi mesi», dice, «non si può pensare che si producano un secondo dopo l'approvazione di una norma. Il decreto dignità è stato varato a luglio e sta avendo degli effetti. Ma pensare che il Pil sia dovuto alla nostra manovra, varata l'altroieri, è assurdo». A questo proposito rivendica che «noi siamo stati molto prudenti e poi i soldi che abbiamo stanziato per coprire le due misure fondanti di questo governo sono veri. Con i cittadini non si scherza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *