Per il reddito di cittadinanza arriva il modulo Isee precompilato

Per il reddito di cittadinanza arriva il modulo Isee precompilato

La novità è stata annunciata dal presidente dell'Inps Tridico. Che ha invitato i lavoratori in protesta a Napoli a scendere dal campanile della chiesa del Carmine. 

23 Aprile 2019 18.03

Like me!

Per risolvere il nodo di chi quest'anno non ha reddito o ha un reddito molto più basso dell'anno passato, il presidente dell'Inps Pasquale Tridico ha annunciato una svolta sul modulo del reddito equivalente necessario per presentare la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza. «A maggio», ha spiegato infatti Tridico, sarà emanato un decreto ministeriale che introduce l'Isee precompilato per la domanda del reddito di cittadinanza, e con il quale vale il reddito attuale. Così si risolverà la situazione di tutti coloro i quali si trovano in una situazione di attuale difficoltà economica». Tridico ha anche invitato ancora una volta i due lavoratori in protesta sul campanile della Chiesa del Carmine di Napoli a scendere dalla struttura e a presentare domanda per il reddito. Ora l'Isee si calcola sul reddito dell'anno precedente.

Tridico ha anche aggiunto: «Ho dato disponibilità ai lavoratori ad incontrarli a Napoli nei prossimi giorni e l'ho detto anche ai loro rappresentanti Cobas. L'Inps è sempre vicina ai deboli, ed alle persone in difficoltà, e dopo l'incontro che hanno avuto con il responsabile della sede di Napoli, sono pronto ad incontrare loro e gli altri licenziati». Tridico spiega di aver parlato con i dirigenti ministeriali e con il ministro Luigi Di Maio, i quali gli hanno garantito che il «decreto per l'Isee precompilato sarà emanato a maggio». «Quindi anche politicamente gli ex lavoratori in protesta sul campanile hanno avuto una certezza che la situazione si sta evolvendo», ha aggiunto il n°1 dell'istituto di previdenza. «Manca ancora un passaggio con il Garante», ha ancora affermato Tridico, «dopodichè il decreto ministeriale sarà emanato. Agli ex lavoratori Fca chiedo ancora una volta di scendere dal campanile e di presentare la domanda per il reddito di cittadinanza, che sarà valutata al netto degli stipendi che devono restituire alla Fiat dopo la sentenza di Corte di Cassazione. Se tutti i criteri corrispondono, l'Inps accetterà la loro domanda manualmente, facendo un'eccezione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *