È scontro anche su ciò che avanza dal reddito di cittadinanza

È scontro anche su ciò che avanza dal reddito di cittadinanza

Il possibile miliardo a disposizione del governo servirà, secondo il viceministro dell'Economia Garavaglia, a contenere l'aumento del deficit. Ma Di Maio insiste: «Sono soldi destinati al decreto famiglie».

23 Maggio 2019 10.15

Like me!

«Il miliardo che avanza, se avanza, dal reddito di cittadinanza servirà a contenere l'aumento del deficit» e non per finanziare il decreto famiglia proposto dal vicepremier Luigi Di Maio. A dirlo è stato il viceministro all'Economia, Massimo Garavaglia a 24Mattino su Radio 24 di Maria Latella e Oscar Giannino parlando delle misure da adottare, nella prossima legge di Bilancio, per scongiurare le clausole Iva. «Questo» – ha concluso Garavaglia – «lo dicono le regole di contabilità».

DI MAIO: «NON ASPETTO DICEMBRE PER IL DECRETO FAMIGLIE»

Per il decreto famiglie «non posso aspettare dicembre», ha comtroreplicato Di Maio a L'aria che tira su La7 commentando i rilievi del ministro dell'Economia Giovanni Tria sui soldi 'avanzati' dal reddito di cittadinanza da destinare al decreto famiglie. Con Tria, ha aggiunto «in un modo o nell'altro ci capiamo sempre, Tria fa bene a tenere i conti in ordine, poi ci sono decisioni politiche». Di Maio ha spiegato che è stato creato «un fondo e ogni quattro mesi ci mettiamo i soldi non spesi: abbiamo calcolato 1 miliardo a fine anno». E sulle parole di Garavaglia: «Queste sono considerazioni da tecnico, a me interessa affrontare un'emergenza. Ci sono due anime e la Lega è spaccata: da una parte c'è chi dice che i soldi servono per il deficit dall'altra chi vuole sfondare il deficit e il debito». «I soldi per le famiglie non si toccano», ha chiarito Di Maio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *