Regina di Giordania: «Essere filopalestinesi non vuol dire essere antisemiti»

Redazione
06/11/2023

La sovrana interviene sul conflitto in Medio Oriente in un'intervista alla Cnn: «L'accusa di antisemitismo viene usata come arma per mettere a tacere qualsiasi critica nei confronti di Israele».

Regina di Giordania: «Essere filopalestinesi non vuol dire essere antisemiti»

La regina Rania Al Abdullah di Giordania ha chiesto un cessate il fuoco nella guerra di Israele contro Hamas, affermando che sostenere la protezione delle vite palestinesi non equivale a essere antisemiti o a favore del terrorismo. Domenica 5 novembre, in un’intervista alla Cnn, ha dichiarato: «Vorrei essere molto, molto chiara. Essere filo-palestinesi non significa essere antisemiti, essere filo-palestinesi non significa essere filo-Hamas o filo-terrorismo. Quello che abbiamo visto negli ultimi anni è che l’accusa di antisemitismo è stata usata come arma per mettere a tacere qualsiasi critica nei confronti di Israele». La regina ha poi aggiunto: «Voglio condannare in modo assoluto e totale l’antisemitismo e l’islamofobia…, ma voglio anche ricordare a tutti che Israele non rappresenta tutto il popolo ebraico nel mondo. Israele è uno Stato ed è l’unico responsabile dei propri crimini».