Il pressing delle Regioni sul governo per riaprire i negozi

Redazione
07/05/2020

Chiesto a Roma il via libera per il commercio al dettaglio a partire dall'11 maggio. Toti: «Più poteri per le Giunte a partire dal 18».

Il pressing delle Regioni sul governo per riaprire i negozi

Si profila all’orizzonte un nuovo braccio di ferro tra Regioni e governo. Al centro c’è la richiesta di riapertura dei negozi a partire dall’11 maggio, ufficializzata nel pomeriggio dal governatore della Liguria Giovanni Toti. «La Conferenza delle Regioni all’unanimità ha approvato un documento che chiede che fin da lunedì 11 maggio si possa riaprire il commercio al dettaglio», ha spiegato Toti.

«PIÙ POTERI PER LE REGIONI A PARTIRE DAL 18»

Per poi aggiungere un’ulteriore postilla all’indirizzo dell’esecutivo, al quale viene chiesto« che dal 17, quando scadrà il Dpcm firmato il 26 aprile scorso, questa norma decada e venga totalmente attribuita alle Regioni la responsabilità di elaborare un calendario completo di riaperture sin dal 18 maggio».

IL PIEMONTE: «SCELTE MODULATE SUL CONTAGIO»

Da parte sua, la Regione Piemonte ha condiviso il documento, ma si è riservata la possibilità di valutare le scelte in base a quello che sarà l’andamento del contagio in questa prima fase della ripartenza. Nel corso della conferenza delle Regioni, secondo quanto si è appreso, il Piemonte ha fatto notare che «l’Italia ha aree con situazioni diverse» e che quindi le scelte dovranno essere adottate in base «all’andamento del contagio».