Rehn: «Meno pessimista sul futuro dell’euro»

Redazione
22/08/2012

Per l’Unione europea, quella che sarebbe dovuta essere un’estate da incubo, sembra essere diventata una stagione piena di buone notizie...

Rehn: «Meno pessimista sul futuro dell’euro»

Per l’Unione europea, quella che sarebbe dovuta essere un’estate da incubo, sembra essere diventata una stagione piena di buone notizie e ottimismo.
Almeno a sentire parlare i vari rappresententi delle istituzioni comunitarie, sempre più fiduciosi circa la possibile uscita dalla crisi e supportati in questo dalle previsioni di alcune agenzie di rating.
Sono «ora meno pessimista sulle prospettive dell’euro rispetto alla primavera scorsa», ha detto il commissario Ue agli affari economici Olli Rehn, secondo quanto riferisce Bloomberg.
«BCE RUOLO FONDAMENTALE». Il commissario ha poi aggiunto che «la Bce ha un ruolo fondamentale nell’assicurare la stabilità del sistema finanziario nell’eurozona».
Anche perché il peggio non è ancora passato: «I Paesi con tassi troppo alti devono essere sostenuti con finanziamenti ponte fino a quando non ritorna la fiducia dei mercati nell’Eurozona», ha spiegato Rehn, durante un discorso a Helsinki, riferisce Bloomberg.
Infine un elogio al premier italiano Mario Monti: «Ha raggiunto molti obiettivi in poco tempo».