Il testo di "Aspetto che torni" di Francesco Renga, in gara a Sanremo 2019

Il testo di “Aspetto che torni” di Francesco Renga, in gara a Sanremo 2019

05 Febbraio 2019 15.59
Like me!

Settima partecipazione al Festival di Sanremo per Francesco Renga (in teoria sarebbero otto se si tiene conto della prima, avvenuta tra le Nuove Proposte dell'edizione 1991, quando ancora era il cantante dei Timoria): con Aspetto che torni l'artista tratta il tipico tema delle canzoni sanremesi, l'amore, ma lo fa a modo suo, con tutta la sua classe e la sua grande esperienza. Il testo è firmato dallo stesso Renga, Chiodo, Rakele e Bungaro, mentre la musica è di Chiodo, Runco e lo stesso Bungaro, che nella serata dedicata ai duetti accompagnerà Renga nella sua esibizione sul palco dell'Ariston. In un brano che parla di un uomo smarrito che ritrova il coraggio grazie all'amore di una persona che ogni sera torna accanto a lui, mentre tutto intorno il mondo “si perde”. Lo stesso cantante ha raccontato che la parte iniziale di Aspetto che torni (quella che fa riferimento alla scomparsa della madre) è autobiografica, aggiungendo che ogni sua partecipazione al Festival corrisponde ad un momento importante della sua vita. Il palmarès sanremese di Francesco Renga fino ad ora è composto da un premio della critica (Saremo Giovani 2002) e un primo posto (nel 2005 con Angelo).

IL TESTO DI ASPETTO CHE TORNI DI FRANCESCO RENGA

Io che guardo sempre il cielo
E sogno ancora di volare
Ogni volta più lontano e poi
Non so più come tornare
Con un poco di fortuna
E due stelle da seguire
Ho trovato le tue braccia ad aspettare.
Cerco ancora nei miei occhi
Il sorriso di mia madre
Mi manca da trent’anni e
Vorrei dirle tante cose
Che mio padre adesso è stanco.
E forse sta per arrivare
Che la ama più di prima
Ed è l’unica cosa che sa ricordare
C’è un universo che mi riempie le mani
Il mondo si perde
Tu invece rimani
C’è un mare dentro negli esseri umani
Aspetto che torni stasera
Per stare con te
Oggi voglio camminare
Come un treno sui binari
Diventare un’emozione che attraversa i tuoi pensieri
E seguirti tra le cose che ogni giorno devi fare
Come vento per poterti accarezzare
E guardarti mentre dormi
Che mi sembra che sorridi
Ed entrare nei tuoi sogni
Di nascosto come i ladri
Per rubarti la bellezza
Che nemmeno sai di avere
C’è un universo che mi riempie le mani
Il mondo si perde
Tu invece rimani
C’è un mare dentro negli esseri umani
Aspetto che torni stasera
Sei l’ossigeno che cerco quando resto senza fiato
Il coraggio che mi serve quando sono disperato
La sorpresa che ogni volta
Mi fa sentire vivo
Tu sei
Tu sei
Tu sei
Tu sei
Un universo che mi riempie le mani
Il mondo si è perso
Tu invece rimani
Un mare dentro nei nostri destini
Io aspetto che torni stasera
Aspetto che torni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *