Sul reddito di cittadinanza stretta contro i furbetti dell'Isee

Sul reddito di cittadinanza stretta contro i furbetti dell’Isee

15 Marzo 2019 12.40
Like me!

Stretta contro i furbetti dell'Isee, che punta a evitare l'accesso al reddito di cittadinanza di finti genitori single: sulla misura è arrivato il via libera delle commissioni Lavoro e Affari sociali. Per scongiurare «comportamenti opportunistici» si prevede che in presenza di figli minori vada presentato l'Isee che tiene conto della situazione di entrambi i genitori anche quando non siano né sposati conviventi. Questo obbligo salta se uno dei due si è sposato o ha avuto figli con altri o se c'è un assegno di mantenimento stabilito dal giudice.

LEGGI ANCHE: I controlli sul reddito di cittadinanza con carabinieri e ispettori Gdf

LEGGI ANCHE: I requisiti per il reddito di cittadinanza in famiglie con disabili

FAMIGLIE SUI DISABILI, 50 EURO IN PIÙ

Ok anche all'emendamento al decretone a sostegno delle famiglie con disabili. Il governo ha allentato i limiti patrimoniali per consentire l'accesso al reddito di cittadinanza e ampliato la platea di chi può chiedere la pensione di cittadinanza alle famiglie anziane con componenti under 67 in situazioni gravi o di non autosufficienza. Ritoccata anche la scala di equivalenza che consentirà, ai nuclei che hanno a carico familiari disabili, di avere 50 euro in più di beneficio.

LEGGI ANCHE: Arriva la norma anti Spada nel reddito di cittadinanza

CAMBIANO LE ASSUNZIONI AL MINISTERO DEI BENI CULTURALI

Le commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera hanno approvato poi la proposta di modifica per le assunzioni al ministero dei Beni culturali. Si prevedono fino a 551 assunzioni già dal 15 luglio 2019, scorrendo le graduatorie, e nuovi concorsi con modalità semplificate. L'obiettivo è fare fronte alle «gravi scoperture di organico» degli uffici preposti «alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale». L'organico del Mibact infatti dovrà fare fronte a 4.283 uscite nel prossimo triennio con le regole Fornero per la pensione, cui si aggiungono altri 3.489 potenziali pensionamenti con quota 100. In tutto si tratta di 7.772 uscite, si legge nella relazione tecnica, di cui 3.290 nel solo 2019, che si aggiungono alle carenze di organico già scoperto per il 17% dei posti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *