Resta in carcere la cugina di Sarah

Redazione
18/10/2010

Il giudice per le indagini preliminari di Taranto ha convalidato il fermo per Sabrina Misseri, la ventiduenne accusata in concorso...

Resta in carcere la cugina di Sarah

Il giudice per le indagini preliminari di Taranto ha convalidato il fermo per Sabrina Misseri, la ventiduenne accusata in concorso col padre Michele Misseri di omicidio e sequestro di persona nel delitto di Sarah Scazzi.
Secondo il gip, dunque, la cugina della giovane vittima deve restare in carcere. A portare le indagini su Sabrina, oltre che le accuse del padre anche la testimonianza dell’amica Mariangela Spagnoletti (leggi le rivelazioni della ragazza).
Intanto Cosima Misseri, madre e moglie dei due indagati per l’omicidio di Avetrana, è stata convocata alla Procura di Taranto per essere sentita, nella giornata del 18 ottobre, come “persona informata sui fatti”.