Redazione

Paura per Camilleri ricoverato in rianimazione

Paura per Camilleri ricoverato in rianimazione

Lo scrittore siciliano, 93 anni, ha avuto un arresto cardiaco ed è stato trasportato all’ospedale Santo Spirito di Roma. Condizioni «critiche ma stabili».

17 Giugno 2019 11.44

Like me!

Paura per Andrea Camilleri che, la mattina del 17 giugno 2019, è stato ricoverato per arresto cardiaco al Santo Spirito di Roma. Lo scrittore siciliano, 94 anni ancora da compiere, è stato rianimato appena arrivato in ospedale in gravi condizioni di salute. Il pomeriggio del 18 giugno un bollettino dell’ospedale ha fatto sapere che le sue condizioni rimangono critiche ma stabili.

«NON COSCIENTE E IN SEDAZIONE FARMACOLOGICA»

«Le condizioni sono stazionarie ma permangono critiche. La prognosi è riservata, il paziente non è cosciente», ha detto Roberto Ricci, direttore del Dea dell’ospedale Santo Spirito, leggendo il bollettino medico. «Il paziente è in assistenza con supporto respiratorio meccanico e farmacologico e sedazione farmacologica», ha aggiunto il medico. «Ovviamente non è cosciente», ha spiegato, specificando che Camilleri «ha avuto un brusco abbassamento pressorio che ha portato poi a un arresto cardiocircolatorio». «Sono in corso ulteriori accertamenti diagnostico-strumentali per guidare le scelte terapeutiche. I tempi di assistenza rianimatoria possono essere prolungati in questo tipo di patologia e il decorso clinico è condizionato dai parametri clinici e strumentali in continua rilevazione», ha concluso Ricci. Per poi aggiungere, a distanza di poche ore: «La forte fibra del paziente ci sta consentendo di proseguire come programmato l’iter diagnostico-terapeutico, con l’intento di supportare e stabilizzare la funzione degli organi vitali».

PROBLEMI CARDIORESPIRATORI E «CONDIZIONI CRITICHE»

Secondo quanto reso noto dall’Asl Roma 1, Camilleri «è stato ricoverato di mattina alle ore 9.15. Arrivato in ambulanza in condizioni critiche per problemi cardiorespiratori, è stato assistito dall’équipe dell’emergenza al Pronto soccorso Santo Spirito e trasferito nel Centro di rianimazione dell’ospedale».

PREPARAVA UNO SPETTACOLO CON LA SUA AUTODIFESA DI CAINO

L’inventore del Commissario Montalbano, autore bestseller, si stava preparando per essere per la prima volta alle antiche Terme di Caracalla, il 15 luglio, con lo spettacolo che racconta la sua Autodifesa di Caino. «Se potessi vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio “cunto”, passare tra il pubblico con la coppola in mano», ha detto più volte Camilleri.

LA POLEMICA CON SALVINI PER IL ROSARIO

Solo il 12 giugno aveva attaccato il leader leghista e ministro dell’Interno Matteo Salvini, dicendo: «Non credo in Dio, ma vedere Salvini impugnare il rosario dà un senso di vomito. Fa parte della sua volgarità». Il vicepremier gli aveva risposto via Facebook: «Scrivi che ti passa, io continuo a lavorare e, nel mio piccolo, a credere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 1

  1. Forza Maestro.
    Siamo con te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *